Parcheggio di via Carli (via Locchi), il Comune Vende 217 Posti Auto: Patrimonio da oltre 3,5 Milioni di Euro

La struttura è stata acquistata dall'amministrazione comunale nel 1998 dalla società costruttrice Il Comune mette in vendita 217 posti auto nell’autorimessa di via Carli, trasversale di via Locchi. I lavori per la costruzione del parcheggio di...

La struttura è stata acquistata dall'amministrazione comunale nel 1998 dalla società costruttrice

Il Comune mette in vendita 217 posti auto nell'autorimessa di via Carli, trasversale di via Locchi. I lavori per la costruzione del parcheggio di via G. Carli, trasversale di via Locchi, sono stati ultimati il 1° febbraio 1994, portando alla realizzazione di 860 posti, di cui 602 a rotazione e 258 da porre in vendita a terzi (foto di repertorio); la società Segepark, costruttrice dell'opera, aveva provveduto nella fase iniziale della propria gestione a vendere la proprietà superficiaria di 41 posti auto: la proprietà corrisponde al costruito fuori terra, mentre la proprietà del terreno rimaneva al Comune.

Si è stabilita quindi, il 30 ottobre 1998, la risoluzione consensuale dei rapporti fra la Società Segepark e il Comune di Trieste che acquisiva l'intero l'immobile descritto come autorimessa seminterrata. Pertanto al Comune di Trieste spettava sia la proprietà superficiaria dei 217 posti auto non ancora venduti a privati, che la proprietà del fondo su cui l'autorimessa è costruita.

La forma dell'edificio rende complessa sotto il profilo tecnico-giuridico-urbanistico l'individuazione delle proprietà, impedendo di cedere in piena proprietà i 217 posti auto siti nell'autorimessa costruita nel sottosuolo; pertanto si è dovuto costituire un diritto di superficie perpetuo a valere sui posti auto, che in tal modo potranno essere alienati. Infatti (con deliberazione consiliare n. 34 del 16 luglio 2013 - Piano delle alienazioni e valorizzazioni) i 217 posti auto, non destinati alla sosta a rotazione, sono stati inseriti negli elenchi degli immobili di proprietà comunale non strumentali (all'esercizio delle funzioni istituzionali suscettibili di valorizzazione per l'anno 2013 e triennio 2013-2015) per essere venduti.

Allo stesso tempo si è ritenuto opportuno proporre ai 41 proprietari superficiari a tempo determinato (90 anni), che avevano già acquisito il posto auto da Segepark, di convertirlo in diritto di superficie perpetuo, allo scopo di offrire ai proprietari superficiari la possibilità di accrescere il valore del proprio bene e al contempo assicurare un'entrata per il bilancio comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per assicurare un'omogeneità del regime giuridico dei posti auto, è stato conteggiato in euro 2.172,20 ciascuno il corrispettivo di conversione dei 41 posti auto in diritto di superficie perpetuo, mentre dei 217 posti auto coperti in autorimessa da alienare in diritto di superficie a tempo indeterminato, 209 posti auto standard (circa 12,50 metri quadrati) costano 16.200,00 euro e gli altri 8 posti auto grandi (circa 19 metri quadrati) valgono 24.600,00 euro.
Dovessero essere venduti tutti, comprese le conversioni, il Comune di Trieste incasserà 3.671.660,20 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercurio pronto a dare spettacolo al tramonto: come e quando osservalo a occhio nudo

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • La dieta a Zona per dimagrire e migliorare le funzioni dell'organismo: come funziona

  • Covid 19: nessun morto in Fvg nelle ultime 48 ore, due nuovi casi a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento