Lavoratori stranieri, Trieste è la terza città in Italia

Sono circa duemila gli stranieri che lavorano nelle imprese registrate sul territorio triestino e rappresentano il 17 per cento degli occupati. Il capoluogo regionale segue Firenze. Prima la città di Prato

Trieste è la terza città in Italia per presenza di stranieri nelle imprese. Nelle aziende registrate sul territorio triestino risultano essere duemila le persone straniere impiegate, dato che rappresenta il 17 per cento del totale degli occupati. Il capoluogo del Friuli Venezia Giulia segue a ruota la città di Firenze (che conta ben 16 mila lavoratori stranieri, pari al 16 per cento) e Prato che vede ben 9mila le imprese straniere, pari al 31 per cento del territorio. 

La notizia trova la sua collocazione all'interno del report sul 2018 diffuso dalla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi nei giorni scorsi, come riportato da MilanoToday. 

Gli investimenti stranieri

Tra imprese aperte sul territorio e investimenti esteri superano nel 2018 le 600mila imprese in Italia. Per Marco Accornero, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi “le attività di imprenditori nati all’estero, per la maggior parte sono ditte individuali, sono in forte crescita, in molti casi si tratta di imprese specializzate in alcuni settori. I prodotti e servizi spesso sono dedicati alla comunità di appartenenza e contribuiscono a creare proposte nuove di mercato per gli stessi italiani". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La classifica in Italia 

In Italia risulta prima per presenza di stranieri nelle imprese la città di Prato con ben 9 mila imprese straniere, pari al 31% del territorio. Segue immediatamente a ruota Firenze (16mila e 18 per cento del territorio), mentre la nostra Trieste si attesta al terzo posto con appunto duemila lavoratori pari al 17 per cento. Subito dopo si trovano Imperia, Milano, Roma, Reggio Emilia e la città di Genova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

  • Rissa notturna a Sistiana: in sei all’ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento