Il caco "sopravvissuto" alla bomba atomica

Nel parco dell'ex ospedale psichiatrico esiste un "discendente" dell'albero di cachi sopravvissuto all'ecatombe nucleare dell'agosto del 1945. Questo pomeriggio la manifestazione per commemorare gli avvenimenti del 6 agosto di settantatre anni fa

Una recente manifestazione nel parco di San Giovanni

Il 6 agosto del 1945 il bombardiere "Enola Gay" sganciava sopra Hiroshima la prima bomba nucleare colpendo duramente le difese dell'Impero giapponese (che capitola qualche giorno dopo con il secondo bombardamento atomico questa volta di Nagasaki ndr). 

La fine di un'epoca e l'inizio di un'altra

L'atomica usata dagli americani per mettere la parola fine alla Seconda guerra mondiale nel quadrante del Pacifico rimane uno dei fatti storici che maggiormente hanno impressionato la popolazione mondiale. Finivano i decenni delle dittature nazifasciste in Europa, cadeva il Giappone e si iniziavano ad intravedere gli elementi di quella che sarebbe stata l'epoca della Guerra Fredda, con l'innalzamento della Cortina di Ferro che anche Trieste visse fino al crollo del muro di Berlino. 

Cosa resta

Ad oggi la memoria degli avvenimenti di quel periodo è documentata in maniera precisa dagli storici, dalle testimonianze raccolte nel corso degli anni, dalla convinzione che l'utilizzo di armi nucleari non debba verificarsi mai più. Il governo del Giappne per questo, in maniera simbolica, ha voluto condividere le sofferenze e la riflessione collettiva sui fatti di Hiroshima e Nagasaki, piantando in tutto il mondo alcuni "eredi" di un albero di cachi e di una rosa sopravvissuti ai bombardamenti. 

Il caco di Nagasaki e la rosa di Hiroshima

Non tutti sanno ad esempio che il caco e la rosa delle due città che vennero rase al suolo, anni fa sono stati piantati proprio in un luogo simbolico come l'ex ospedale psichiatrico di Trieste nel rione di San Giovanni. Questa sera alle 19.30 proprio davanti a villa Renner si terrà la commemorazione davanti ai sopravvissuti. Un bel modo per ribadire la contrarietà ad ogni conflitto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Benzina in Slovenia: da oggi costa ancora meno

  • E' di Marina Buttazzoni il cadavere trovato a Portopiccolo

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Studi legali migliori d'Italia, due triestini nella classifica di Forbes

Torna su
TriestePrima è in caricamento