“Air Adriatica Ionica Race sulle rotte della Serenissima", la corsa ciclistica fa tappa a Trieste

La corsa ciclista, partita dalla Regione Veneto attraverso il Friuli Venezia Giulia, prevede di superare i confini italiani percorrendo l’Austria, la Dalmazia, il Montenegro, la Bosnia, la Macedonia e l’Albania fino ad arrivare in Grecia

Foto Pixabay

Toccherà anche il Friuli Venezia Giulia con arrivo della tappa a Trieste, in piazza Unità (alle ore 16), dopo aver percorso il circuito cittadino, la corsa ciclistica per professionisti in programma domenica 24 giugno, denominata “Air Adriatica Ionica Race sulle rotte della Serenissima", promossa dall'A.S.D. Sportunion, in co-organizzazione con il Comune di Trieste. La tappa triestina è stata illustrata stamane, in Municipio, dal vicesindaco e assessore alla Polizia Locale Paolo Polidori con l'assessore allo Sport Giorgio Rossi e il Comandante della Polizia Locale Walter Milocchi.

“Air Adriatica Ionica Race sulle rotte della Serenissima"”, – è stato spiegato -, per la prima volta in Italia, è una corsa ciclistica a tappe per professionisti inserita nel calendario internazionale EUROPA TOURS dell’ Unione Ciclistica Internazionale dal 20 al 24 giugno 2018, che prevede la partecipazione di squadre World Teams, Professional Continental Teams, Continental Teams, e squadre nazionali. Partita dalla Regione Veneto, attraverso il Friuli Venezia Giulia, prevede di superare i confini italiani percorrendo l’Austria, la Dalmazia, il Montenegro, la Bosnia, la Macedonia e l’Albania fino ad arrivare in Grecia.

Ideata nel 2015, ha l'obiettivo di diffondere le radici autentiche di uno sport straordinario, con una grande anima popolare per far riscoprire la bellezza della fatica e il gusto dell’impresa. ASD SportUnion è una realtà nata nel 2016 dall’idea di Moreno Argentin, bronzo ai mondiali del Montello, iridato a Colorado Springs nel 1986 e argento a Villach in Austria, nonché vincitore di quattro Liegi-Bastogne- Liegi, tre Frecce Vallone, un Giro delle Fiandre, un giro di Lombardia, due campionati italiani e molti altri eventi sia nazionali che internazionali. «Un corsa importante che prevede dei passaggi nel centro cittadino - ha sottolineato l'assessore Rossi – che può limitare, per breve tempo, la mobilità specie a chi si trova negli stabilimenti balneari del Pedocin e Ausonia».

«Gli atleti, partiti da Grado, arriveranno in viale Miramare da strada del Friuli, proseguendo poi fino a piazza Liberta', dove iniziera' il circuito cittadino lungo corso Cavour, via Valdirivo, via Carducci, via Reti, via Gallina, piazza Goldoni, via Pellico, galleria Sandrinelli, galleria San Vito, via Alberti, via San Marco, viale Campi Elisi, via Fiamme Gialle, passeggio Sant'Andrea, via G. Cesare, rive, Corso Cavour, con arrivo davanti a piazza Unita' d'Italia, nel pomeriggio, alle 16, dopo aver ripetuto il circuito circa 6 volte. È importante informare la cittadinanza sui possibili disagi, soprattutto per chi si reca al mare, a tal fine sono stati stabiliti dei percorsi di uscita, considerato anche l'afflusso di turisti in questo periodo – ha detto il vicesindaco Polidori -.Come stabilito da apposita ordinanza (qui allegata), Strada del Friuli, via del Perarolo, via Boveto, viale Miramare, piazza Libertà e Corso Cavour fino a via Milano, dalle ore 13 alle 15, saranno temporaneamente interdette al transito veicolare, mentre dalle 14 alle 16.30, sarà sempre in via temporanea sarà sospesa la circolazione veicolare sull'anello di gara : via Valdirivo, via Reti, piazza San Giovanni, via Gallina, piazza Goldoni, via S.Pellico, galleria Sandrinelli, via Bernini, galleria San Vito, via Alberti, via San Marco, viale Campi Elisi, via delle Fiamme Gialle, Passeggio S.Andrea, via G. Cesare, via Ottaviano Augusto, Rive fino a Corso Cavour e Corso Cavour fino a via Milano»..

«Compresi i divieti di transito pedonale in corrispondenza degi attraversamenti pedonali sull'anello di gara. Sempre dalle 14 alle 16.30, in via Carducci è istituito un restringimento di carreggiata, nel tratto compreso tra via Milano e via Reti, con il mantenimento di tre corsie di marcia: due in direzione di piazza Oberdan e una esclusivamente riservata ai mezzi di Trieste Trasporti e dei taxi, in direzione di piazza Goldoni e delimitate con birilli rispetto alle altre due corsie di marcia. Dalle ore 8 alle 18, divieti di sosta e fermata con rimozione sono previsti in via dell'Orologio (tutta ambo i lati), in via Mercato Vecchio (tutta ambo i lati) e in via Gallina (tutta ambo i lati), con esclusione di eventuali posti riservati ai disabili (generici e personalizzati)».

Proprio per garantire minimi disagi e affinchè il circuito sia il più sicuro possibile, il Comandante Milocchi ha annunciato la presenza di numerosi volontari, tra cui 15 della Protezione civile oltre a 28 operatori della Polizia Locale che presidieranno e indicheranno le vie d'accesso e d'uscita. Per la zona di San Vito: Ascanio Canal, San Giusto, Bramante, Pestalozzi; per il Borgo Teresiano (ad eccezione degli ultimi tratti di strada adducenti il percorso): Corso Italia, Benco, via del Monte, Capitolina, San Giusto, Bramante e Pestalozzi. Da Pestalozzi in direzione Costiera, Molino a Vento, piazza Garibaldi, via Carducci, piazza Dalmazia, via Ghega e viale Miramare. L'accesso per i residenti nell'area interdetta del Borgo Teresiano, sarà possibile attraverso largo Canal, via San Michele, vie Venezian, Cadorna, dell'Orologio, Pozzo del Mare, Teatro Romano, San Spiridione. I mezzi di emergenza, in particolare nella zona di Borgo Teresiano, potranno avvalersi di un varco d'emergenza in piazza Goldoni/via Gallina per accedere a via Mazzini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento