Marco Bellocchio a Trieste: "Girerò una serie su Aldo Moro"

"Si chiamerà 'Esterno notte', le riprese dovrebbero iniziare in primavera", così il regista alla premiazione durante il Trieste Film Festival. Su Camilleri: "Era il mio insegnante di recitazione, mi ha consigliato di passare alla regia"

Si chiamerà 'Esterno notte' la nuova serie di Marco Bellocchio, intervistato da ANSA al Trieste Film Festival ieri, venerdì 17 gennaio. La serie, ha dichiarato Bellocchio, "parte dalla strage di via Fani e racconta quello che è accaduto esternamente alla prigione di Moro nel corso dei 55 giorni di prigionia". Il regista ha precisato che si tratta di "sei puntate e che Rai1 è interessata. Sono ottimista, forse anche le televisioni generaliste vogliono cambiare il loro prodotto". Le riprese dovrebbero cominciare a fine primavera.

Rispondendo a una domanda su come cambia il cinema con nuovi protagonisti come Netflix e Amazon, Bellocchio ha osservato che queste piattaforme offrono "possibilità professionali" anche ai giovani "ma ti costringono a una serialità". Nel ripercorrere infine la sua carriera, ha ricordato Andrea Camilleri: "E' stato mio insegnante di recitazione. L'aneddoto vuole che sia stato proprio lui a consigliarmi di passare alla regia perché vedeva che come attore ero titubante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Nuovi concorsi in Comune: aperti 8 posti a tempo indeterminato

Torna su
TriestePrima è in caricamento