“Il castello incantato”, al Verdi la meravigliosa favola musicale di Marco Taralli

Una nuova commissione della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi e un nuovo allestimento in coproduzione con la Fondazione Teatro Lirico di Modena, inserita nella stagione “SempreVerdi da 0 a 100 (e +), che vedrà l’Orchestra diretta dal Maestro Concertatore e Direttore Takayuki Yamasaki e il Coro da Francesca Tosi

Sette giornate in calendario e, quasi sempre, doppie rappresentazioni per facilitare il pubblico di ogni età a venire a teatro per la meravigliosa favola musicale in un atto di Marco Taralli, che debutta domani al Verdi (alle 11.00 e alle 18.00, repliche fino al 26 febbraio): “Il castello incantato”, liberamente tratto da “Il Soldatino di stagno” di Hans Christian Andersen, nel nuovo libretto di Fabio Ceresa, con la regia e le scene Francesco Esposito, i costumi di Elena Gaiani e le coreografie di Morena Barcone. Una nuova commissione della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi e un nuovo allestimento in coproduzione con la Fondazione Teatro Lirico di Modena, inserita nella stagione “SempreVerdi da 0 a 100 (e +), che vedrà l’Orchestra diretta dal Maestro Concertatore e Direttore Takayuki Yamasaki e il Coro da Francesca Tosi.

Marco Taralli

Nasce a L’Aquila nel 1967. Nel suo percorso musicale, il Conservatorio de L’Aquila riveste una parte importante del periodo giovanile dove consegue il diploma in pianoforte con il massimo dei voti; il suo percorso formativo nell’ambito della composizione si sviluppa a fianco di Sergio Rendine mentre parallelamente approfondisce lo studio della direzione d’orchestra con Gianluigi Gelmetti in Italia e con Erwin Lukacs a Budapest all’Accademia Franz Liszt. Compositore eclettico e versatile, dal 1992, anno che segna il suo debutto ufficiale con il brano Fog eseguito dal gruppo Octandre di Bologna, spazia grazie alle sue esperienze e ai suoi studi tra i più diversi generi e le più diverse forme musicali. Conosciuto per una serie di fortunati e brillanti lavori sinfonici, opere e teatro musicale, ha composto, prodotto ed eseguito per le più note Istituzioni musicali, orchestre, ensemble e solisti nelle maggiori Stagioni e Festival in Italia e all’estero. I suoi lavori sono editi da Sconfinarte Edizioni Musicali e da Sonzogno.

Takayuki Yamasaki

Nato e cresciuto a Kyoto, nel 2002 ha debuttato in qualità di direttore d’orchestra a Okinawa, come Direttore ospite della Ryukyu Symphony Orchestra. Ha studiato col M° Gianluigi Gelmetti presso l’Accademia Musicale Chigiana, dove ha ricevuto la borsa di studio “Emma Contestabile”, e con il M° Fabio Luisi presso l’Accademia di Direzione d’Orchestra del Pacific Music Festival di Sapporo, Giappone. Nel 2007 ha ricevuto un contributo dalla Rohm Music Foundation di Kyoto in qualità di ricercatore speciale per attività musicali oltreoceano. Nel 2009 ha ottenuto il diploma di direttore d’orchestra al Festival Internazionale “Little Paris” di Bucarest e ha diretto l’Orchestra della Radio Nazionale Rumena in L’Oiseau de feu di Stravinskij. Al Teatro Verdi di Trieste ha diretto Il segreto di Susanna, Gianni Schicchi nella tournée in regione e La prova di un’opera seria.

Francesco Esposito

Si avvicina al teatro nel 1975 con la partecipazione a un corso di perfezionamento con Yves Le Breton e l’iscrizione al DAMS dell’Università di Bologna. Questa preparazione culturale, unita alle prime esperienze come assistente di registi quali Pizzi, Ronconi, Crivelli, Bolognini, Lavia, Lattuada, Fo, Lavelli, gli permette di sviluppare un approccio al teatro del tutto particolare, per profondità e consapevolezza. Dal 1992 collabora con numerosi Enti Lirici italiani e teatri stranieri (Francia, Germania, Spagna, Svizzera, Giappone). La sua concezione di teatro lirico parte dalla collaborazione imprescindibile tra direttore d’orchestra, cantanti e scenografo. Dal 2000 è fondatore e presidente di Accademia Harmonica. È spesso impegnato come docente presso prestigiose Istituzioni quali l’Accademia Verdiana di Busseto, l’Accademia Filarmonica di Bologna, l’Istituto superiore di studi musicali di Reggio Emilia. Dal 2013 è titolare della cattedra di Arte Scenica al Conservatorio Martini di Bologna. Dal 2017 è Direttore artistico del Festival Voci per Vico, a Vico del Gargano.

Calendario


Martedì 19 febbraio 2019 ore 11.00 e ore 18.00
Mercoledì 20 febbraio 2019 ore 11.00 e ore 18.00
Giovedì 21 febbraio 2019 ore 11.00 e ore 20.30
Venerdì 22 febbraio 2019 ore 11.00 e ore 20.30
Sabato 23 febbraio 2019 ore 11.00 e ore 18.00
Domenica 24 febbraio 2019 ore 16.00
Martedì 26 febbraio 2019 ore 11.00 e ore 18.00

Personaggi e interpreti


La Fata del Natale: Selma Pasternak
Il Folletto Fiordarancio: Paolo Ciavarelli
Piombino: Motoharu Takei
Stella: Cler Bosco
Jack in the box: Andrea Binetti
Brunetta: Elena Sabas
Rossella: Silvia Pasini
Biondina: Elena Serra

 Biglietto intero: 7 euro Ridotto under 18 e scuole: 5 euro

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Cronaca

    Sfonda la vetrata di un negozio e ruba 2.600 euro: arrestato

  • Cronaca

    Trieste-Malta, nuovo volo per raggiungere il Mediterraneo

  • Cronaca

    Giorgi lancia il progetto per rivitalizzare le piccole botteghe

I più letti della settimana

  • Auto perde il controllo e si cappotta sul Raccordo Autostradale (VIDEO)

  • Shock sulla 20, presunta aggressione a ragazza di 17 anni

  • Vivono in 35 metri quadri dopo aver perso tutto, la storia di una famiglia a Opicina

  • Sequestra una donna al settimo mese di gravidanza: arrestato

  • Donna trovata morta nel bagagliaio dell'auto

  • La rivista Limes accende il dibattito sul "caso" Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento