Al Tommaseo la prima cena con delitto in dialetto

  • Dove
    Caffè Tommaseo
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 16/11/2019 al 16/11/2019
    20
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
    Sito web
    facebook.com

Sabato 16 novembre arriva al Caffè Tommaseo la prima cena con delitto in dialetto proposta dai Tutto fa broduei. Il gruppo teatrale trasporterà i partecipanti direttamente nella Trieste degli anni '30 dove un brutto fatto di cronaca porta alla luce dissapori e pettegolezzi tra i membri della famiglia Provolone, appena tornati in città da Chicago, dove il capofamiglia Angelo, è diventanto un personaggio di spicco grazie alla mafi...pardon... grazie alla finanza!!! L'appuntamento è alle 20:00. Per info 040 362666.

Tutto fa broduei

I “Tutto fa broduei” sono un gruppo teatrale amatoriale nato Novembre del 2009 da un'idea di Stefano Volo e Roberta Vidonis con la collaborazione di Frida Bruna Fornasaro, che dopo diverse esperienze artistiche, hanno scelto di mettersi in gioco con dei nuovi spettacoli musicali dal testo originale, al nuovo progetto si sono aggiunti da subito con grosso entusiasmo, Elena Bisel, Maurizio Bressan e Andrea Fornasiero, portando da subito la loro esperienza tecnica. Il nuovo gruppo ha presentato il loro primo spettacolo “Acorus lain” come gruppo teatrale indipendente, patrocinata dal comune di Muggia e dalla provincia di Trieste al Teatro Verdi di Muggia nel Maggio 2010 registrando il tutto esaurito per tutte le repliche programmate, attirando così l’attenzione dell'associazione teatrale "L'ARMONIA” che li ha scelti come nuova compagnia fissa del loro cartellone della stagione teatrale e li ha aiutati a diventare una compagnia teatrale con un proprio statuto ed una propria identità.

A maggio 2012 i TFB si confrontano con i grandi musical portando in scena "Se TuttofaBroduei...adesso Musica” uno spettacolo che viaggiando nel tempo ripercorre 10 grandi successi discografici dei musical più famosi di Broadway.

Poi è stata la volta de "I TuttofaBroduei consiglia...Mai Molar l'Agenda" una commedia musicale basata su divertenti equivoci. Ma è l’anno successivo che la compagnia viene consacrata definitivamente grazie a "E chi ga dito che i Adams no iera mai a Trieste”, commedia musicale basata sui personaggi della famosa famiglia televisiva, lo spettacolo infatti vince i premi de l’Armonia per il “Miglior allestimento”, per la “Miglior scenografia” creata dall’artista Monica Kirchmayr, e permette a Renata Mecchia di esser premiata come “Miglior caratterista” per il personaggio di Mercoledi', da segnalare inoltre che nella rosa dei nominati per tale categoria erano presenti anche Elena Bisel per il ruolo di Nonna Addams e Stefano Volo per quello di Lerch. Lo spettacolo verrà poi rappresentato anche a Muggia, Staranzano, Monfalcone, Osoppo, Sacile, Pordenone, Codroipo e Gradisca.

Nella stagione successiva arriva "Trieste ciama, Batman e Robin rispondi" durante il quale Gianmarco Pacco si contraddistingue nel ruolo di Joker vincendo così il premio “Miglior attore Giovane”. Fa seguito poi la loro originalissima versione della famosa favola di Pinocchio che diventa “Pino Chi? Mi!” che vince nuovamente per le scenografie di Monica Kirchmayr, e da “El Signor Dracula”.

Nel 2017 arriva poi la svolta di genere e la crescita artistica del gruppo che si allontana da personaggi fantasiosi e mitologici per riavvicinarsi ad un genere di commedia musicale più realistica, e più fruibile dal pubblico fidelizzato negli anni, è così che sotto una nuova guida amministrativa e registica viene portato in scena “DUBLE-FASS” di Gianpacco, che ambientato nei colorati anni ’80 riporta lo spettatore a capelli cotonati, giacche con spalline imbottite e musiche indimenticabili, la buona riuscita dello spettacolo permette a Roberta Vidonis di riportare a casa dei TFB il premio come “Miglior caratterista” per la parte di Nonno Gildo, ed al resto del gruppo di rappresentare lo spettacolo a Muggia, Staranzano, Monfalcone, Castions Delle Mura, Brugnera ed all’Arena Alpe Adria di Lignano.

Nella stagione 2018/2019 è la volta di una nuova sfida per il gruppo che accetta di aumentare a 9 il numero delle repliche nel cartellone de L’ARMONIA, portando in scena le atmosfere anni ‘30 di “Oscar” di Claudie Magnier che gli permette di vincere nuovamente il premio come “Miglior allestimento” e di andare in scena a Muggia, Staranzano, San Vito al Tagliamento e per la prima volta anche a Udine. Inoltre grazie ad “Oscar” i TFB vengono inseriti nel cartellone degli eventi estivi del comune di Trieste “TRIESTESTATE” andando in scena al Piazzale delle Milizie del Castello di San Giusto con una platea da 1000 posti. Tale punto di “arrivo” per la compagnia diventa anche un nuovo punto “partenza” perché per il 2020 è già in preparazione “Signori! El delitto xè servido!” una nuova commedia musicale che si rifà al film di Jonathan Lynn con l’obiettivo di riportare alla ribalta il giallo anni ’50, basato sul famoso gioco da tavola “Cluedo”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Al via la mostra di Escher: 200 opere al Salone degli Incanti

    • dal 18 dicembre 2019 al 7 giugno 2020
    • Salone degli Incanti
  • Arriva in viale XX Settembre la Sagra del panzerotto pugliese

    • fino a domani
    • dal 27 novembre al 8 dicembre 2019
    • Chips Avenue
  • Muja Buskers Festival: gli artisti di strada nel segno di Leonardo (VIDEO)

    • dal 23 agosto 2019 al 25 agosto 2020
  • “Abbi cura di me Tour”, Cristicchi torna sul palco del Rossetti

    • dal 7 al 18 dicembre 2019
    • Politeama Rossetti
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento