Verdi: dopo il successo del terzo concerto arriva a Trieste Lera Auerbach

Il quarto Concerto della stagione (venerdì 5 ottobre, alle 20.30, e sabato 6, alle 18.00) proposto dalla Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi vuole confermare l’importanza della presenza femminile sul podio, come da tre anni viene proposto a Trieste. La Direzione artistica ha affidato alla compositrice russo-americana Lera Auerbach sia la direzione dell’Orchestra sia il ruolo di Pianoforte solista: in programma il suo Eterniday (Homage to W. A. Mozart) e musiche di Wolfgang Amadeus Mozart (Concerto n. 20 in re min. K. 466 per pianoforte e orchestra) e di Franz Joseph Haydn (Ouverture da L’isola disabitata Sinfonia n. 49 in fa min. “La passione”). Lera Auerbach, oltre ad essere compositrice, pianista e direttore d’orchestra, è nota anche come poetessa e visual artist.

Lera Auerbach: direttore e pianoforte solista

Lera Auerbach, russo-americana, è compositrice, pianista, direttore d’orchestra, poetessa e visual artist. Il suo lavoro di compositrice viene costantemente diffuso dai più importanti interpreti di oggi come Gidon Kremer, Leonida Kavakos, Hilary Hahn, Vadim Repin, Daniel Hope, Gautier Capuçon, Narek Hakhnazaryan e tanti altri. Le sue opere sono eseguite dai più importanti direttori del mondo, tra cui Christoph Eschenbach, Vladimir Fedoseyev, Neeme Järvi. Ha inoltre scritto le opere Gogol, su commissione del Theater an der Wien eseguita in prima esecuzione assoluta nel 2011, e The Blind, prodotta in Germania, Norvegia, Russia, Stati Uniti e Austria.

Il terzo concerto

Nel precedente concerto della stagione, la prima esecuzione assoluta, fascinosa e attraente, della Dissolutio per Orchestra d’archi di Paolo Longo, diretta dal compositore in persona, ha riscosso l’auspicato successo del numeroso pubblico e il gradimento della critica. Sul palcoscenico del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste è andato in scena il terzo Concerto della Stagione sinfonica, con un programma di straordinaria raffinatezza, interpretato splendidamente dall’Orchestra e dal Coro femminile, grazie all’accuratissima – come è stata definita dalla critica – direzione di Paolo Longo, l’indiscutibile classe di Alessandro Carbonare, Clarinetto solista (molto apprezzato dal pubblico anche nel bis, quando ha proposto un’elaborazione di un tema popolare ebraico), l’impegnativa prova del Contralto Elena Boscarol nel Magnificat.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • The Leading Guy annuncia il tour "Twelve letters"

    • solo domani
    • 30 gennaio 2020
    • Teatro Miela

I più visti

  • Al via la mostra di Escher: 200 opere al Salone degli Incanti

    • dal 18 dicembre 2019 al 7 giugno 2020
    • Salone degli Incanti
  • Muja Buskers Festival: gli artisti di strada nel segno di Leonardo (VIDEO)

    • dal 23 agosto 2019 al 25 agosto 2020
  • Barcolana, il mare in mostra in una collettiva alla Tribbio

    • dal 5 ottobre 2019 al 5 settembre 2020
  • John Butler in tour: al Rossetti la prima tappa

    • dal 29 aprile 2019 al 29 aprile 2020
    • Teatro Rossetti
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento