Al San Marco concerto di fine estate con i "Sindrome di MA"

Dopo l'ormai celebre singolo "Sono una minaccia", i "Sindrome di MA" sono pronti a stupirvi nuovamente con "Artemisia", il loro ultimo brano. Il gruppo triestino si esibirà venerdì 6 al Concerto di fine estate

I "Sindrome di MA"

Dopo l'ormai celebre singolo "Sono una minaccia", i "Sindrome di MA" sono pronti a stupirvi nuovamente con "Artemisia", il loro ultimo brano. L'appuntamento è per venerdì 6 settembre alle ore 20.00 all'Antico Caffè San Marco per il Concerto di Fine Estate. Per chi non avesse voglia di aspettare il live, qui  troverete il link alla canzone.

Artemisia

Il video, ambientato nel luogo del concerto, è stato girato nel capoluogo giuliano e vede la partecipazione di tre attori, il bellunese Mauro Case e i triestini Francesca Valente e Michele Scarbolo. Nel filmato, il protagonista, impersonato da Case, si vede alle prese con i problemi dovuti al vuoto lasciato dall’assenza di una figura importante della sua vita. La malinconia suscitata dal video rispecchia perfettamente quella della canzone, che porta il nome di un adorato animale domestico, ma che affronta le problematiche dei primi vent'anni, fatti di difficoltà comunicative, ricerca di sè e alienante solitudine. Frutto della collaborazione con il regista indipendente triestino Filippo Gobbato e l’assistente alla fotografia Tommaso Ferrara, è uscito il 30 agosto.

Sindrome di MA

I "Sindrome di MA" sono una band triestina di musica indie italiana. Il progetto nasce sul finire del 2017 e si consolida, a livello di formazione, nel 2018. I quattro ragazzi che la compongono sono: Giacomo (voce e seconda chitarra), Lorenzo (chitarra), Andrea (basso) e Francesco (batteria).

È l'esigenza di raccontare e raccontarsi che spinge i Sindrome di MA a riunirsi, a spendere del tempo assieme, a scontrarsi, ritrovarsi ed evolvere. Il fil rouge della loro musica sembra legarsi a una leggerezza – nei testi e nelle sonorità – che è solo apparente e serve a schermire una pesantezza sedimentata, a volte più velata e a volte quasi insostenibile. La (auto)produzione di canzoni e videoclip ha come elemento comune l'ambientazione triestina. Potete trovarli su Facebook, Spotify, Instagram e Youtube.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento