Casa dell’Arte, "Cucina &Sociale": sabato incontro a Palazzo Costanzi con aperitivo multietnico

Sala Veruda di Palazzo Costanzi, Trieste

sabato 20 febbraio 2016, ore 18

CUCINA & SOCIALE

conversazione con

Laura Flores, giardino San Michele, associazione AnDanDes, Trieste 

Umberto Laureni, assessore all’Ambiente, Energia, Riqualificazione ambientale dei siti inquinati, Agricoltura e pesca, Tutela ed educazione zoofilo ambientale, Comune di Trieste

Sergio Serra, progetto Città Viola e Ir-Recuperabili, Duemilauno agenzia sociale, Trieste 

Francesca Tjia, Il Posto delle Fragole, La Collina soc. coop., Trieste

Andrea Vivoda, associazione Annadana, Trieste

modera Fabio Bozzato, giornalista, Venezia

aperitivo multietnico

Sabato 20 febbraio alle 18, la Casa dell’Arte di Trieste organizza presso la Sala Umberto Veruda di Palazzo Costanzi il secondo evento di dibattito nell'ambito della rassegna "IMMAGINARIO OLTRE LA CRISI #2 merenda = cose da meritarsi. il cibo ai tempi della crisi", una conversazione sui molti progetti sociali intrapresi a Trieste a partire dalla conviviale preparazione del cibo fino a temi quali il consumo, lo spreco, il rifiuto e il riciclo, nell'ottica di costruire buone pratiche capaci di legare il tema del cibo con le azioni del fare città e della cittadinanza attiva, dall'inclusione sociale fino all'integrazione etnico-religiosa. In questa seconda occasione espositiva, dedicata a un possibile immaginario oltre la crisi, il tema è la crescente attenzione a ciò che mangiamo. Negli ultimi anni l'evoluzione dell'alimentazione ha portato infatti nuovi stili e nuovi gusti sulle nostre tavole, ma anche nuovi comportamenti e nuovi approcci al cibo. Ma noi in che direzione ci stiamo orientando? E quali coordinate stiamo seguendo? Decrescita, orti urbani, prodotti a km0, OGM, veganesimo, crudismo, introdurre insetti nell'alimentazione, curarsi con il cibo, food design, evoluzione del gusto, rifiuti, riciclo, spreco; ecco tutti i temi trattati che intendono aprire un dibattito in occasione dei tre incontri di approfondimento per analizzare con gli esperti del settore mode, tendenze, filosofie, nuove pratiche e ricerche avanzate su cibi e alimenti necessari alla nostra nutrizione e sostentamento.

L'incontro, moderato dal giornalista veneziano Fabio Bozzato, prevede gli interventi dell'assessore comunale Umberto Laureni sulle politiche attive innescate dal Comune di Trieste per la raccolta differenziata, riciclo e smaltimento dei rifiuti in città, e di Sergio Serra dell'agenzia sociale Duemilauno sul complesso percorso Città Viola che intende far dialogare i detenuti con il mondo esterno attraverso le tecnologie avanzate e oggetti multimediali prodotti nell'ambito del laboratorio con educatori e creativi. Il risultato sono i 7 video di comunicazione sociale in esposizione “IR-RECUPERABILI suggestioni di recupero”, realizzati nel carcere di Trieste e Tolmezzo nell'ambito del progetto Città Viola dell'agenzia sociale Duemilauno, in collaborazione con la Casa Circondariale di Trieste, il Comune di Trieste-Progetti Devianza 2014, HeadMadeLab e V_Art-multimedia design-. L'articolato progetto lega così il tema del cibo con le pratiche del fare città: i video spot IR-RECUPERABILI lanciano infatti messaggi ecologici sugli sprechi di cibo nella nostra società, e sulle buone pratiche da seguire in città, come la raccolta differenziata e il riciclo. 

Si passerà poi ad analizzare le iniziative attivate nel Giardino di via San Michele da Laura Flores con l'associazione AnDanDes che, in collaborazione con Andrea Vivoda dell'associazione Annadana, anima ogni giorno il parco e la sua cucina con attività ricreative, culturali e di integrazione etnico-religiosa, facendo preparare ai frequentatori del giardino di diverse nazionalità ormai residenti a Trieste, gustose ricette multietniche nell'ottica di costruire progetti sociali capaci di legare il tema del cibo con le pratiche del fare città e della cittadinanza attiva. E infine si analizzerà con Francesca Tjia l'esperienza sul campo della cooperativa sociale La Collina che gestisce da alcuni anni Il Posto delle Fragole, storico luogo di ristoro all'interno del complesso dell'ex-OPP nel Parco di San Giovanni, in cui, con l'inserimento lavorativo di persone provenienti dall'area del disagio, ha così creato un locale unico capace di coniugare la qualità etica del prodotto con la qualità umana del servizio. 

Durante tutto l'incontro di approfondimento si potranno gustare i sani e deliziosi piatti multietnici preparati direttamente in Sala Veruda di Palazzo Costanzi dai nuovi cittadini che frequentano il Giardino di via San Michele: Salha Azzab (Marocco), Sardar Nazari (Afghanistan) e Mare Pajkic (Macedonia).

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • “Amianto tra medicina e giurisprudenza”: convegno su un male ancora attuale

    • solo domani
    • 19 ottobre 2019
    • Hotel Savoia - sala Zodiaco

I più visti

  • Il Circo di Mosca arriva a Trieste sfidando la gravità

    • dal 25 ottobre al 3 novembre 2019
    • Di fronte al Palachiarbola
  • Muja Buskers Festival: gli artisti di strada nel segno di Leonardo (VIDEO)

    • dal 23 agosto 2019 al 25 agosto 2020
  • “Abbi cura di me Tour”, Cristicchi torna sul palco del Rossetti

    • dal 20 ottobre al 18 dicembre 2019
    • Politeama Rossetti
  • Da Vienna ad Aquileia splendono i "Magnifici ritorni"

    • dal 9 giugno al 20 ottobre 2019
    • Aquileia
Torna su
TriestePrima è in caricamento