"Immaginario oltre la crisi", il cibo ai tempi della crisi sabato al centro della discussione

Sabato 13 febbraio alle 18, la Casa dell’Arte di Trieste organizza presso la Sala Umberto Veruda di Palazzo Costanzi il primo evento di dibattito nell'ambito della rassegna "IMMAGINARIO OLTRE LA CRISI #2 merenda = cose da meritarsi. il cibo ai tempi della crisi", una conversazione sugli orti urbani del triveneto e sulle recenti declinazioni della decrescita. In questa seconda occasione espositiva, dedicata a un possibile immaginario oltre la crisi, il tema è la crescente attenzione a ciò che mangiamo. Negli ultimi anni l'evoluzione dell'alimentazione ha portato infatti nuovi stili e nuovi gusti sulle nostre tavole, ma anche nuovi comportamenti e nuovi approcci al cibo. Ma noi in che direzione ci stiamo orientando? E quali coordinate stiamo seguendo? Decrescita, orti urbani, prodotti a km0, OGM, veganesimo, crudismo, introdurre insetti nell'alimentazione, curarsi con il cibo, food design, evoluzione del gusto, rifiuti, riciclo, spreco; ecco tutti i temi trattati che intendono aprire un dibattito in occasione dei tre incontri di approfondimento per analizzare con gli esperti del settore mode, tendenze, filosofie, nuove pratiche e ricerche avanzate su cibi e alimenti necessari alla nostra nutrizione e sostentamento.

L'incontro, moderato da Massimo Premuda, presidente della Casa dell'Arte, prevede gli interventi degli assessori comunali Elena Marchigiani e Andrea Dapretto sulle politiche attive innescate dal Comune di Trieste per l'utilizzo degli orti urbani triestini da parte della cittadinanza e la relazione dell'architetto Michele Savorgnano del collettivo Spiazzi Verdi sugli orti urbani veneziani, fra permacultura, fare comunità, agricoltura sinergica e azioni di green guerrilla, nell'ottica di costruire progetti sociali capaci di legare il tema del cibo con le pratiche del fare città. Si passerà poi ad analizzare le azioni attivate sul Carso triestino da Enrico Maria Milič con il progetto Josef per la diffusione di una cultura della terra e dell’autosufficienza, e infine si analizzerà l'esperienza sul campo di Devis Bonanni, autore dei libri "Pecoranera" e "Il buon selvaggio" editi da Marsilio, che 10 anni fa, da tecnico informatico si è reinventato contadino, ciclista e boscaiolo, tutto fai da te. Con il progetto Pecoranera, ospita infatti ogni primavera chiunque desideri dare una mano nei campi con i lavori agricoli e conoscere la realtà dei monti friulani con la collaudata formula del wwoofing (World-Wide Opportunities on Organic Farms-Opportunità globali nelle fattorie biologiche), che mette in contatto le fattorie biologiche con chi voglia, viaggiando, offrire il proprio aiuto in cambio di vitto e alloggio per toccare con mano l'esperienze di vita e la scelta dell'agricoltura biologica nel proprio paese o all'estero.

+

domenica 14 febbraio 2016, ore 18

VISITA GUIDATA con Maria Campitelli, presidente Gruppo78

https://www.facebook.com/events/1516604291974347/

nell'ambito di

IMMAGINARIO OLTRE LA CRISI

#2 merenda = cose da meritarsi

il cibo ai tempi della crisi

22 artisti / 13 associazioni

6 > 28 febbraio 2016

Sala Veruda di Palazzo Costanzi

piazza Piccola 2, Trieste

orari tutti i giorni 10>13 + 17>20

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Al via la mostra di Escher: 200 opere al Salone degli Incanti

    • dal 18 dicembre 2019 al 7 giugno 2020
    • Salone degli Incanti
  • Muja Buskers Festival: gli artisti di strada nel segno di Leonardo (VIDEO)

    • dal 23 agosto 2019 al 25 agosto 2020
  • Barcolana, il mare in mostra in una collettiva alla Tribbio

    • dal 5 ottobre 2019 al 5 settembre 2020
  • Tornano i corsi di danza afro e doundoum dance: martedì open day

    • dal 10 settembre 2019 al 11 giugno 2020
    • Emme
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento