“Incontri con l’Autore”: al via l'iniziativa della Diocesi di Trieste

"Da Chianciano a Cupertino", "Fratelli traditi", "La condizione giovanile in Italia", sono i tre libri che verranno presentati e approfonditi

Incontri con l'Autore

Il mese di settembre su iniziativa dell’Arcivescovo mons. Crepaldi e dell’avv. Sergio Pacor con il coordinamento sia del Vicariato della Cultura e del Club della Repubblica vede susseguirsi presso l’Auditorium “Marco Sofianopulo” del Museo Revoltella, in via Diaz 27, tre appuntamenti denominati “Incontri con l’Autore”. L’iniziativa gode del sostegno dell’Amministrazione comunale attraverso l’assessore alla cultura, Giorgio Rossi.

L’obiettivo è quello di sottolineare tre pubblicazioni editoriali che hanno visto la luce nell’anno per un approfondimento circa tre problematiche approfondite dagli autori stessi. A tutte le presentazioni sarà infatti presente l’autore che si soffermerà su ciò che ritiene di maggior interesse per gli uditori e per la sensibilità della Città e della Chiesa tergestina.
Ad introdurre ed interpretare musicalmente il tema dei singoli incontri saranno il prof. Ennio Guerrato alla chitarra e la prof.ssa Aurora Roiaz all’arpa.

Da Chianciano a Cupertino

Il primo appuntamento sarà mercoledì 5 settembre alle ore 17.30 sull’opera di Marco Landi Da Chianciano a Cupertino. Biografia di un manager ai vertici della Apple.
L'auotore ripercorre attraverso la sua brillante carriera prima il grande sviluppo e poi la scomparsa della grande industria elettronica in Italia. Da leader mondiale in settori come Computer (Olivetti), Telecomunicazioni (Telettra, Italtel), Televisione (BrionVega, Sinudyne, Mivar), Automotive (Magneti Marelli) per non parlare della Chimica (altro settore in cui l’Italia primeggiava) nel giro di due decenni l’Italia ha perduto visione, leadership, posti di lavoro, fiducia nel futuro. Capire perché sia successo, analizzarne le cause e aprire un dibattito su questa questione rimane un merito di questo libro.

Fratelli traditi

Mercoledì 12 settembre sarà presente il giornalista e saggista triestino Gian Micalessin con la sua documentata pubblicazione sulle persecuzioni contro i cristiani in Medio Oriente intitolata Fratelli traditi. La tragedia dei cristiani in Siria. Cronaca di una persecuzione ignorata.

Reporter nei vari conflitti nel mondo dal 1983, Micalessin è stato in Siria fin dagli inizi della guerra civile e nel suo "Fratelli traditi" non fa sconti a nessuno: «Questo libro - dichiara - serve a ridare voce ai cristiani, a raccontare il tradimento e il suicidio di un’Italia, un’Europa e un’Occidente che hanno voltato  le spalle ai propri fratelli e aiutato i propri nemici. Ma serve anche a far piazza pulita di tutte le falsità e le bugie sulla guerra in Siria propinate all’opinione pubblica occidentale dal 2011».

La condizione giovanile in Italia

La “trilogia” si concluderà con la presentazione da parte di Mons. Claudio Giuliodori, assistente ecclesiastico generale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, della pubblicazione La condizione giovanile in Italia. Rapporto giovani 2018, ricerca curata dall’Istituto Giuseppe Toniolo. Con quest’ultima presentazione si vuole interessare gli operatori ed educatori impegnati nel mondo giovanile per iniziare ad aprire un confronto con le prospettive presenti nel mondo giovanile della realtà giuliana.

L’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori, ente fondatore dell’Università Cattolica, a partire dal 2012, ogni anno realizza il Rapporto Giovani, la più estesa ricerca disponibile nel nostro Paese sull’universo giovanile, fornendo dati comparabili a livello internazionale. I giovani infatti si trovano spesso al centro del dibattito pubblico e si avverte la necessità di strumenti che siano in grado di far luce sui bisogni delle nuove generazioni e sulla loro complessa realtà.

Questa iniziativa tra attenzione religiosa e laica è una offerta per un saper camminare insieme verso quella importante sinergia rispettosa, per cogliere gli uni dagli altri ciò che può divenire attenzione e utile per una “comunione” di pensiero, offerta per una Città alla ricerca di senso e di umanità.

Le parole dell'assessore Giorgio Rossi

«Una conferenza così mi rigenera. Ogni volta che vengo qui trovo cose mi rincuorano e mi rafforzano. Vedo tre temi importanti che sono stati scelti e leggo delle frasi che mi hanno colpito molto. Il Comune è molto vicino all'attività che sta svolgendo la Diocesi e la supporterà sempre per quanto possibile con le sue strutture  e quant'altro».

Potrebbe interessarti

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Manutenzione forno, ecco 4 rimedi eco-friendly per una massima igiene

  • Piante grasse, ecco 5 motivi per cui averle in casa fa bene alla salute

I più letti della settimana

  • Trovato morto il terzo disperso nel crollo della palazzina a Gorizia (FOTO)

  • Trieste Trasporti, dal 1 luglio attivi i bus a chiamata

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Rintracciati 40 migranti a Gorizia, SAP: "Bene minaccia sospensione Schengen"

  • A torso nudo con cappello da cowboy molesta le passanti

  • Non vuole pagare il biglietto del bus e ferisce due agenti Italpol

Torna su
TriestePrima è in caricamento