Patto di Duino Aurisina per la lettura

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

L’amministrazione comunale di Duino Aurisina ha inteso avviare la candidatura per la qualifica di Città che legge un riconoscimento promosso dal Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani, per promuovere e valorizzare le entità impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura. L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. Una Città che legge garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie – ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderisce a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura. Per presentare l'iniziativa e il Patto di Duino Aurisina Devin Nabrežina per la lettura ha organizzato un incontro informativo mercoledì 28 marzo alle ore 18.00 presso la Sala del Consiglio Comunale di Aurisina per le associazioni ed entità interessate. Finalità Il Patto di Duino Aurisina Devin Nabrežina per la lettura si prefigge di ridare valore all’atto di leggere come momento essenziale per la costruzione di una nuova idea di cittadinanza, in particolare mira a: • riconoscere l'accesso alla lettura quale diritto di tutti; • rendere la pratica della lettura un’abitudine sociale diffusa e promuovere, attraverso la lettura, l'apprendimento permanete; • avvicinare alla lettura: a. I non lettori, con particolare riferimento alle famiglie in cui si registra un basso livello di consumi culturali; b. I bambini sin dalla prima infanzia e, ancor prima, dalla gravidanza della madre; c. I nuovi cittadini. d. Allargare la base dei lettori abituali e consolidare le abitudini di lettura, soprattutto nei bambini e ragazzi; e. Favorire un’azione coordinata e sistematica di moltiplicazione delle occasioni di contatto e di conoscenza fra i lettori e chi scrive, pubblica, vende, presta, conserva, traduce e legge libri, dando continuità e vigore alle iniziative di promozione della lettura già collaudate, sviluppandone sempre di nuove e innovative e creando ambienti favorevoli alla lettura. Impegni I firmatari del Patto di Duino Aurisina Devin Nabrežina per la lettura si impegnano a sostenere e supportare la rete territoriale per la promozione della lettura, coinvolgendo i soggetti che a livello locale possono offrire il loro contributo, in base alle rispettive capacità e competenze. In particolare i firmatari: • condividono e fanno propri gli obiettivi del patto e le azioni ad esso collegate; • mettono a disposizione risorse e strumenti propri o procurandoli dal territorio; • collaborano alla diffusione del patto e delle informazioni su programmi, progetti e obiettivi del patto; • favoriscono l’adesione al patto e ai suoi programmi delle strutture locali su cui hanno competenza; • promuovono azioni e iniziative proprie nel quadro generale del progetto e percorsi formativi e di approfondimento sui temi della lettura. Massimo Romita Consigliere delegato alla Cultura

I più letti
Torna su
TriestePrima è in caricamento