Muggia, "Addobba un albero": domenica al via la vendita benefica

Il ricavato sarà devoluto ai ragazzi delle zone colpite dal terremoto

Si svolgerà domenica 21 gennaio, dalle 10 alle 12, in piazza Marconi, l’atteso appuntamento conclusivo dell’iniziativa “Addobba un albero 2017” che, quest’anno alla sua seconda edizione, ha riscosso ancora più successo. «Un successo riscontrabile non solo per quanto concerne la partecipazione, ma anche in termini di qualità degli addobbi realizzati, che quest’anno hanno dimostrato di essere nati da un impegno notevole da parte dei piccoli e grandi creatori. Siamo stati davvero colpiti» ha commentato l’assessore Francesco Bussani. L’AIDA, l’Università della Terza età, la Drustvo Slovencev Miljske Obcine, la Microarea di Zindis, il Circolo 8 marzo –UDI, la Filarmonica di Santa Barbara e la banda dell’Ongia, gli Amici di Muggia Vecchia, il CAI, i giovani del Progetto Giovani e gli anziani della Casa di Riposo oltre a diversi privati cittadini: sono questi i creatori dei fantasiosi addobbi visibili a Muggia per tutto il periodo natalizio.

Oltre a loro, gli studenti della Bubnic, i bimbi di Biancospino, Borgolauro, Giardino dei Mestieri, Maurica, SS. Giovanni e Paolo ed i piccolissimi di Nido Arca e Iacchia, ma anche quelli della Ludoteca Fantamondo. Sono quasi 350, infatti, i ragazzi delle scuole muggesane coinvolti nell’abbellimento dei sette alberi distribuiti sul territorio comunale con gli addobbi da loro stessi realizzati per “Addobba un albero” grazie alla preziosa collaborazione con gli istituti scolastici. «La partecipazione di bambini e ragazzi, attraverso le scuole, gli asili, i nidi, ma anche le associazioni e le realtà che si occupano quotidianamente di loro quest’anno è stata ancora più significativa» ha sottolineato l’assessore alle Politiche giovanili, Istruzione e Scuole Gandini «e siamo felici che sia stato tanto condiviso un progetto volto a incentivare la fantasia e la partecipazione attiva per sensibilizzare anche i più giovani sulle tematiche legate alla tutela dell’ambiente, del riuso e del riciclo». La proposta, che vedrà di certo la sua terza edizione il prossimo Natale, è volta a coinvolgere, infatti, i cittadini muggesani in un progetto che li renda protagonisti delle tradizioni, realizzando insieme idee e azioni che possano favorire incontro e armonia come la decorazione di ciascun albero di Natale “con addobbi” frutto della creatività che notoriamente contraddistingue la città istroveneta e che sono stati visibili a Muggia per tutto il periodo natalizio.

Davvero tanti i fantasiosi addobbi realizzati anche quest’anno con ogni sorta di materiale di riciclo: da rigide stelle filanti derivanti da bottiglie di plastica a meravigliose stelle ricavate dai loro stessi fondi, da imbuti trasformati in campane ad angioletti derivanti da vasetti di yogurt, da bottigliette diventate divertenti pupazzi di neve e babbi natale a tappi decorati e assemblati come alberelli di Natale.

«Un ringraziamento particolare va a tutti coloro, grandi e piccini, che si sono spesi per contribuire ad abbellire il Natale muggesano» ha sottolineato Bussani «ai nostri giovani e meno giovani creatori ed al personale che li ha affiancati, ai cittadini che hanno propositivamente raccolto la sfida, a Gemma Impianti, che non si è risparmiata addobbando con infinita pazienza e cautela ogni albero e rendendosi disponibilissima con i bambini perché potessero essere partecipi di quel magico momento e a Bricocenter che si è offerto di essere lo sponsor dei premi che nei prossimi giorni saranno consegnati ai vincitori». Novità dell’edizione 2017 è stata infatti l’introduzione del Concorso “L’Albero che più mi piace” che prevedeva, aderendo all’iniziativa, di contribuire a far vincere il “proprio” albero di Natale. La foto dell’albero che ha ottenuto più “mi piace” sulla pagina Fb del Comune di Muggia entro il 31 dicembre 2017, ha sancito infatti l’albero vincitore del Concorso, che sarà comunicato proprio domenica mattina. A chi l’ha abbellito spetteranno, quindi, i premi offerti da Bricocenter, che ha poi deciso di mettere a disposizione anche degli altri piccoli regali per “dare un piccolo riconoscimento simbolico a ciascun bambino partecipante, per l’impegno e l’estro spesi nella realizzazione delle loro splendide creazioni” ha fatto sapere Dario Formigoni, responsabile del punto vendita muggesano.

Tutti in piazza, quindi domenica 21. Non solo per conoscere i vincitori, ma anche perché, come ormai consuetudine, sarà offerta la possibilità di acquistare le decorazioni esposte, il cui ricavato sarà poi devoluto ai ragazzi delle zone colpite dal terremoto. Il tutto accompagnato dalle allegre note della Banda Ongia, che gentilmente si è resa disponibile per concludere nel migliore dei modi quest’edizione di “Addobba in Albero”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento