Fiera del Radioamatore 2017, questo weekend l'evento leader per gli appassionati di elettronica

foto edizione 2016

Con i suoi 200 espositori e i 30.000 visitatori attesi da tutto il Nordest Italia e da Slovenia e Croazia, la Fiera del Radioamatore Hi-Fi Car è la manifestazione leader in Italia nel settore dell’elettronica di consumo e informatica lowcost nonché punto d’incontro per tutti coloro che vivono la “passione digitale”.
Per mantenere il suo ruolo di evento di riferimento in un settore in continua evoluzione la 52^ edizione in programma alla Fiera di Pordenone nelle giornate 22 e 23 aprile 2017 dedica un importante programma di eventi, dimostrazioni, incontri a tutte le ultime novità nell’ambito dell’informatica, un’iniziativa che allarga i confini classici di Radioamatore portando la storica mostra mercato nell’era digitale.
Contenitore di queste iniziative è TechDays, evento principale di Radioamatore, realizzato in collaborazione con Fondazione Friuli.

Colonna portante del programma dei Techdays 2017 sarà la 6^ edizione dei McDays, iniziativa ideata e organizzata da Italiamac in collaborazione con l’ITST Kennedy e tante community, blog, gruppi, professionisti e aziende della galassia Mac. In un elegante salottino al padiglione 5 professionisti e non potranno assistere a presentazioni e dimostrazioni di specifici applicativi software, tutti operativi sui dispositivi Apple, dedicati a grafica web e design, gaming ed intrattenimento, foto e video production, sviluppo applicazioni, produzione e missaggio musicale.
All’interno del programma di Techdays 2017 si rinnova la storica collaborazione tra la Fiera del Radioamatore e il PN LUG (Linux Users Group di Pordenone) promotore anche quest’anno della Linux Arena, area dedicata alla presentazione dei "PN Lug Projects" realizzati al 100% con Linux e il Software Libero. Si passa dalla realtà aumentata, alla simulazione tridimensionale, dai software per la didattica al pc tascabile Raspberry. All’interno della Linux Arena saranno benvenuti tutti i visitatori che vorranno avere informazioni sull’utilizzo delle distribuzioni Gnu/Linux, per tutti loro è pronta una chiavetta usb che le contiene tutte.

Molti gli appuntamenti nei 2 giorni di manifestazione che accompagneranno i visitatori ad approfondire la conoscenza delle piattaforme Apple IOS e Linux Ubuntu il software libero: lo scopo è quello di aiutare gli appassionati ad usare tutti le funzioni dei propri dispositivi mobile (tablet, smartphone) integrate ai desktop ma anche insegnare o approfondire la conoscenza del linguaggio di programmazione, offrendo così un’occasione di formazione in un settore in piena evoluzione anche in Italia da cui potrebbe nascere uno sbocco professionale o una specializzazione.
Il software è la realizzazione di idee che vengono “digitalizzate” per migliorare la vita di tutti i giorni nel privato e nel business: Radioamatore offre quindi a tutti coloro che hanno un progetto innovativo gli strumenti per realizzarlo e presentarlo ai potenziali utilizzatori. I TechDays sono quindi anche un momento di incontro tra domanda e offerta, tra privati, aziende e mondo della formazione, tra software ed harware. Al centro di questa borsa scambio ci sono i makers: nuovi artigiani, capaci di realizzazioni di tipo ingegneristico come apparecchiature elettroniche e robotiche, che attraverso l’utilizzo di stampanti 3D, scanner 3D, modellazione tridimensionale sviluppano concretamente in un oggetto finito il progetto digitale.

Quello dei droni è un settore in continua evoluzione e all’interno della più importante manifestazione italiana dedicata all’elettronica e informatica non può mancare un focus su queste tecnologie.
Uno spazio espositivo sarà messo a disposizione delle aziende costruttrici che potranno presentare le proprie attrezzature al padiglione 5, dai modelli più evoluti a quelli più commerciali per chi si avvicina per la prima volta all’utilizzo di questi dispositivi. <