Giornata Mondiale dell'Acqua: iniziative in tutto il Fvg promosse dall' Ogs

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 19/03/2018 al 23/03/2018
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
In occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua, l'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS promuove, anche quest'anno, diverse iniziative di educazione ambientale, tra conferenze pubbliche e laboratori, per fare il punto su quali strategie possano contribuire a una migliore gestione idrica e alla sostenibilità ambientale nel nostro territorio e per sensibilizzare in particolare le giovani generazioni. Perché anche attraverso piccole azioni quotidiane possiamo fare la differenza e tutelare questa preziosa risorsa.
Gli eventi si terranno dal 19 al 23 marzo, tra Trieste, Udine, Torrate di Chions (PN) e la zona industriale di Ponterosso a San Vito al Tagliamento (PN).
La Giornata Mondiale dell'Acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 nel corso della Conferenza su Ambiente e Sviluppo (UNCED) di Rio de Janeiro, e celebrata ogni anno il 22 marzo, ha lo scopo di promuovere una sempre maggiore attenzione sul bene più prezioso per la vita sulla Terra. Tema dell'edizione del 2018 è “Nature for Water”, ovvero partire dall'utilizzare le soluzioni già adottate dalla natura stessa per affrontare le sfide idriche del nostro tempo, come inondazioni, siccità e inquinamento delle acque. 
Il destino dell'uomo è intrinsecamente correlato alla disponibilità d’acqua. Per costruire il futuro cui aspiriamo, abbiamo bisogno di unire tutti i contributi della natura, della scienza e dell'innovazione per raggiungere la sicurezza della risorsa idrica. In particolare, lo sviluppo e la crescita a livello scientifico verificatosi negli ultimi anni nelle Scienze della Terra, non sempre ha avuto riscontro informativo nell’opinione pubblica, poco sensibilizzata sulle relazioni fondamentali che esistono fra le conquiste della comunità scientifica e il futuro del pianeta.
La crescente consapevolezza della fragilità e vulnerabilità della natura che ci circonda, richiede quindi un dialogo rinnovato fra scienziati, cittadini, politici ed educatori, che OGS, attraverso le iniziative in programma, intende contribuire a rafforzare. Anche se l’acqua copre circa 2/3 della superficie terrestre, più del 90% è salata e la rimanente acqua non salata si trova per la maggior parte nei ghiacciai dei poli e nel sottosuolo, pertanto non è disponibile. Ne rimane così solo l’1% utilizzabile attraverso sorgenti, fiumi, laghi e falde idriche superficiali. Inoltre, l’acqua è una delle risorse peggio distribuite nel mondo: circa il 20% della popolazione consuma l’88% dell’acqua prelevata complessivamente. Un'adeguata gestione dell'acqua dolce è dunque un problema che interessa tutti e che non può lasciare indifferenti. Non esiste un'unica soluzione universale, ma una serie di strumenti con cui tutti i Paesi possono migliorare la gestione idrica nazionale, regionale o a livello di bacini idrografici, contribuendo a trovare un equilibrio sostenibile tra la domanda e l'offerta di acqua, senza dimenticare la tutela degli ecosistemi naturali . 
Il primo evento per il pubblico promosso da OGS, l'incontro “Nature for Water: alluvioni, desertificazione, inquinamento: la risposta è nella Natura” è in programma lunedì 19 marzo 2018, alle ore 18, presso l'Auditorium del Salone degli Incanti – Ex Pescheria Centrale, Riva Nazario Sauro – Trieste. L'evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Trieste, sarà aperto dai saluti di Angela Brandi, Assessore Educazione, Scuola, Università e Ricerca del Comune di Trieste; Maria Cristina Pedicchio, Presidente dell'OOGS e da Luca Marchesi, Direttore Generale di Arpa Fvg.
Al centro dell'incontro varie riflessioni sullo stato di salute delle acque, il rapporto tra le acque dolci e di mare, i rischi per i cittadini e i casi di successo di tutela delle risorse idriche con gli interventi di Michele Mattiussi, Arpa Fvg su “Inquinanti emergenti e metodiche di indagine per le acque”; Michele Ferri, Autorità di bacino di Venezia su “Inondazioni. Osservatorio dei cittadini”; Paola Del Negro, Direttore della Sezione di Oceanografia dell'OGS su “Tutte le acque portano al mare: incontro- scontro tra dolce e salato”; Giorgio Fontolan, Università degli Studi di Trieste su “Un equilibrio instabile: storia di lagune e spiagge con un mare che si alza” e Andrea Peraz, volontario internazionale Accri Trieste su “Bolivia/acqua: salvaguardia di un bene comune”. Coordina l'evento, Nada Čok, giornalista Rai.
Il secondo, la tavola rotonda “La risposta è nella natura. Come possiamo ridurre inondazioni, siccità e inquinamento dell'acqua” è in programma il 23 marzo dalle 17.30 nel Comprensorio del “Parco delle Fonti” di Villotta di Chions (PN), gestito da Livenza Tagliamento Acque. L'evento sarà aperto dai saluti di Renato Santin, Sindaco di Chions e di Andrea Vignaduzzo, Presidente Livenza Tagliamento Acque.
A seguire gli interventi di Giancarlo Gusmaroli, Direttore tecnico del Centro Italiano per la Riqualificazione Fluviale su “Nuove alleanze con la natura per ridurre rischi da alluvioni e da siccità”; Andrea Cicogna, ARPA FVG, su “Cambiamenti climatici: quali effetti sul nostro territorio?”; Enrico Marin, Livenza Tagliamento Acque su “Salvaguardia degli acquiferi dei bacini bassa pianura pordenonese: attività di ricerca nell’area di Savorgnano”; Damiano Giordani, Protezione Civile Friuli Venezia Giulia su “La gestione delle inondazioni”; Marina Cabrini, ricercatrice dell'OGS, su “Tutte le acque portano al mare: incontro- scontro tra dolce e salato”; e di Franco Varisco, Multiproject srl Gorizia su “Io controllo! migliorare il mondo e la qualità della nostra vita rispettando animali, piante, aria, acque”. Coordina l'evento Nada Čok, giornalista RAI.
Durante la settimana, varie le iniziative dedicate agli studenti. Si inizia dal 19 al 23 marzo 2018, in alcune scuole primarie di Pordenone, Portogruaro e Pravisdomini, in cui sono programmati dei laboratori didattici coordinati dall'Immaginario Scientifico di Trieste con attività legate al ciclo dell’acqua e all’inquinamento dei suoli. 
A seguire, nelle giornate del 20 e 21 marzo si terranno due conferenze di approfondimento sull’inquinamento delle acque e del suolo presso l’I.S.I.S. “A. Malignani” di Udine. 
Per finire, il 23 marzo 2018 alcune classi degli Istituti I.S.I.S. “A. Malignani” di Udine, I.S.I.S. “G. D’Annunzio” di Gorizia e I.S.I.S. “Brignoli-Einaudi-Marconi” di Gradisca d’Isonzo saranno ospiti del Consorzio “Zona Industriale Ponte Rosso” di San Vito al Tagliamento per una visita didattica all’impianto di fitodepurazione delle acque reflue. 
Gli studenti, inoltre, parteciperanno a un'attività di monitoraggio geofisico coordinata dall’OGS nel Comprensorio del “Parco delle Fonti” di Villotta di Chions (PN). La giornata sarà infine l'occasione per le classi dell’I.S.I.S. “Brignoli-Einaudi-Marconi” di Gradisca d’Isonzo e dell’ I.S.I.S. “G. D’Annunzio” di Gorizia di presentare agli studenti di Udine i risultati delle analisi chimiche, fisiche e biologiche effettuate sul fiume Isonzo a inizio del mese di marzo. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Il Lunatico Festival inizia con la Festa del Falò a San Giovanni (PROGRAMMA)

    • dal 23 giugno al 31 agosto 2019
  • Lunatico Festival, 33 eventi per la sesta edizione

    • Gratis
    • dal 23 giugno al 31 agosto 2019
    • Parco di San Giovanni
  • Una proposta per il centro estivo di quest'estate

    • dal 3 aprile al 6 settembre 2019
    • scuola dell'infanzia "Maddalena di Canossa"
  • “Abbi cura di me Tour”, Cristicchi torna sul palco del Rossetti

    • dal 21 agosto al 18 dicembre 2019
    • Politeama Rossetti
Torna su
TriestePrima è in caricamento