Nasce il movimento "Un'altra città" contro "populismo e xenofobia"

Presentata oggi alla stampa l’iniziativa “Un’altra città”, che si propone come una nuova rete di cittadini e un movimento civile “contro la deriva populista e le scelte di chiusura xenofoba della politica italiana"  per “tornare ad ascoltare Trieste, le sue periferie, il suo tessuto produttivo, il suo disagio". L'idea è quella di accendere un dibattito su temi di pubblico interesse come scuola, sanità, lavoro, ambiente, cultura. Il primo appuntamento ufficiale è pervisto per sabato 6 aprile alle 16, nella sala Giubileo di riva 3 Novembre 9.

Sono intervenuti in conferenza stampa Maria Grazia Cogliati Dezza, medico ed ex consigliera comunale del PD, Gianfranco Schiavone, presidente di ICS, Loredana Casalis, ricercatrice, e Marcela Serli, attrice e regista.

Interventi: Maria Grazia Cogliati Dezza

"Viviamo in un clima difficile e teso - ha detto Cogliati Dezza - in cui si penalizzano i bambini negando il meù turistico nelle mense scolastiche, con fenomeni quali le ronde sul Carso, le armi alla Polizia Locale, i parcheggi per le roulotte a Barcola e i progetti come un anacronistico Parco del mare a ridosso del bagno più amato dai triestini. Abbiamo situazioni di degrado paesaggistico come il buco della Maddalena e i grandi cassonetti per rifiuti che suggeriscono arretratezza. Per fortuna vediamo le risposte di molti cittadini che rappresentano un'altra Trieste: iniziative come la mostra del liceo Petrarca e la manifestazione contro CasaPound. Esiste quindi un altro modo di intendere la città".

Gianfranco Schiavone

Così si è espresso invece Schiavone: "Crediamo in una nuova stagione politica basata sulla gentilezza perché al momento la politica nazionale e locale è caratterizzata dalla violenza nei confronti di cittadini, giornalisti e politici che hanno credenze diverse da una provvisoria maggioranza. Siamo preoccupati per una deriva antidemocratica e un'involuzione neo autoritaria. Trieste vive solo se è considerata una città aperta e sta declinando in contesti sociopolitici chiusi, in cui l'abusato concetto di sicurezza è inrealtà una volontà di controllo ossessivo. Chi non vede in questo una relazione con l'attuale declino economico si sbaglia".

In relazione alle future iniziative dell'assemblea Schiavone ha annunciato: "Parleremo di immigrazione come un fatto sociale normale che va gestito, e di sicurezza come quella relativa al lavoro e ai servizi ai cittadini. Non è una conferenza ma un percorso di partecipazione. Siamo sicuri che la maggioranza delle persone è contraria a ciò che avviene, ma non riesce a esprimersi".

Schiavone sul "caso" Polidori: "Dia le dimissioni subito"

Loredana Casalis e Marcela Serli

Secondo Casalis, invece: "La scienza non deve restare nella sua torre d'avorio ma deve scendere tra i cittadini per creare individui consapevoli. È importante divulgare i risultati della scienza per impedire che proliferino dannose teorie "no vax"".

"Sono nata in Argentina e mio padre era triestino - ha testimoniato Serli -, e so che gli argentini hanno sempre visto Trieste come un modello di coesione sociale e molto all'avanguardia sul femminile. Oggi si viene a scoprire che sono stati da poco deliberati tagli alla cultura per 400 mila euro. Un mondo, quello della cultura, che viene sempre meno spesso ascoltato, invece tutti i cittadini, artisti compresi, devono sentirsi coinvolti nella politica e parteciparvi con gentilezza, forza e determinazione".

I promotori

Ecco i nomi dei primi promotori dell’iniziativa: Sara Alzetta, Roberta Balestra, Aldo Balzia, Sabrina Benussi, Cecilia Blasetti, Siva Bon, Cristina Bonadei, Deborah Borca, Leo Brattoli, Eliana Camacho, Fabrizio Caperchi, Giuliana Carbi, Giancarlo Carena, Loredana Casalis, Veronica Cendon, Guido Chiarotti, Franco Codega, Maria Grazia Cogliati Dezza, Andrea Collavino, Cristiano Cozzolino, Stefano Cristiani, Ambra Cusin, Roberto Dambrosi, Laura de Dona’,Giovanna Del Giudice, Peppe Dell’Acqua,  Francesco De Luca, Max  De Walderstein, Gianfranco Depinguente, Claudia Ehrenfreund, Luigina Fabiocchi, Edoardo Fugali, Monica Gotti, Isabella Herlinger, Gilda Kramarsic, Carlo Iernetti, Riccardo Laterza, Giulio Lauri, Silvano Magnelli, Fabiana Martini, Roberto Metz, Doriano Nanut, Kevin Nicolini, Gianluca Nigro, Maria Luisa Paglia, Linamaria Palumbo, Dario Parisini, Guido Pesante, Pietro Polotti, Carla Prosdocimo, Nicoletta Romeo, Franco Rotelli, Pieraldo Rovatti, Luisa Russo, Gianfranco Schiavone, Daniela Schifani Luchetta, Marcela Serli, Lorella Tessarotto, Massimo Tierno, Tiziana Ugo, Maria Vanto, Lella Varesano, Elisa Vladilo, Giorgio Zaccariotto, Maurizio Zacchigna, Fabio Zoratti.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • Perdenti patetici.

  • Beh, adesso che non si può più arrotondare i finanziamenti di OpenSociety con le "cresta" sui soldi PUBBLICI per le "risorse" qualcosa bisogna pur inventarsi, no?

  • sti fenomeni poderia veramente far un altra città. far una solo per lori e i loro amichetti e andar fora dale bale.

  • Voglio vedere quanti di questi pdioti col rolex si portano a casa propria un clandestino, un rom o pakistano, afgano. Facile così eh? usare il c... dei altri per fare bella figura.

  • Devono vergognarsi, ci sono zone di Trieste che soprattutto la sera sono diventate pericolose e di certo non a causa dei triestini. Andatevi a nascondere! Ronde sul Carso? Meno male, conosco gente che abita sul Carso ed è ben felice che ci siano. Polizia locale armata, ben venga.

  • 4 pagliacci. Ande a lavorar vergognosi anti italia

  • Un altro movimento????? Ma a che serve sta roba? Facciano qualcosa di più concreto. A parlare son buoni tutti! Poi sinceramente a Trieste tutta sta xenofobia non la vedo proprio.

    • finalmente hai detto una cosa giusta, bravo.

  • Ma Schiavone e co. leggono quotidianamente delle delle gesta criminose dei loro accoliti o sono completamente rincoglioniti?

  • Patetici.

  • Cavolo! Domani me iscrivo subito, sarà la prima roba che farò, anzi, speterò fora della porta tutta la notte spetando che i verzi per esser el primo!

  • Ben adesso che a schiavone i ghe sta portando via le sue fonti de guadagno el doveva trovar un altro modo per far bori, cossa meio dela politica? Farè un sucesson

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Il Circo di Mosca arriva a Trieste sfidando la gravità

    • dal 25 ottobre al 3 novembre 2019
    • Di fronte al Palachiarbola
  • Muja Buskers Festival: gli artisti di strada nel segno di Leonardo (VIDEO)

    • dal 23 agosto 2019 al 25 agosto 2020
  • “Abbi cura di me Tour”, Cristicchi torna sul palco del Rossetti

    • dal 17 ottobre al 18 dicembre 2019
    • Politeama Rossetti
  • Da Vienna ad Aquileia splendono i "Magnifici ritorni"

    • dal 9 giugno al 20 ottobre 2019
    • Aquileia
Torna su
TriestePrima è in caricamento