Festival Show a Trieste: piazza Unità soffia la finale all'Arena di Verona

Dopo Iron Maiden, David Byrne e la prima tappa dell'Electric Run, il Comune di Trieste e l'assessore ai grandi eventi Roberti si accaparrando anche la finale del Festival Show

Lo avevamo annunciato con quasi un mese d'anticipo e oggi arriva non solo l'ufficialità, ma la notizia che la tappa del Festival Show di Trieste sarà addirittura la finalissima. Un evento che in questi anni è stato applaudito nelle più importanti città del nord Italia, da Brescia a Padova, da Jesolo a Rovigo, da Bibione a Mestre, per non parlare delle dirette tv nazionali. Da più parti è considerato come il più importante appuntamento musicale itinerante dell'estate che da quattro anni vedeva svolgersi la finalissima del tour all'Arena di Verona. Il passato è d'obbligo perchè infatti la notizia di oggi è che sarò appunto piazza Unità a ospitare la finale dell’1 settembre 2018. 

Quarto grande evento dell'estate 2018

Le indiscrezioni trapelate sono state quindi confermate dal vicesindaco e assessore ai Grandi Eventi Pierpaolo Roberti che ha annunciato questa mattina in conferenza stampa il quarto grande evento dell'estate 2018 triestina: il Festival Show va infatti ad aggiungersi al concerto degli Iron Maiden, quello di David Byrne e alla prima tappa italiana dell'Electric Run. 

«Già qualche settimana fa era uscita la notizia, una trattativa che portiamo avanti da un anno. Ma c’è una novità, non sarà una tappa del tour, ma la finalissima che da 4 anni veniva ospitata all’arena di Verona. Ogni tappa ha la sua dignità, ma in ogni tappa si parlerà della finalissima di Trieste con del materiale promozionale della data dell’1 settembre in piazza Unità - ha sottolineato Roberti -. Abbiamo sette mesi per promozionare l’evento e “lasciare” gente fuori da piazza Unità talmente piena sarà».

«La prima volta che Festival Show arriva a Trieste e ci arriva con la finalissima - ha ricordato Paolo Baruzzo, organizzatore dell’evento -. Grande merito va dato a Pierpaolo Roberti con il quale abbiamo gettato le fondamenta tra Natale e Capodanno 2017. Con Verona abbiamo un legame da 10 anni, ma siamo felici di arrivare a Trieste e grazie alle due radio che hanno la massima diffusione del Nord-Est, Radio Birikina e Radio Bella & Monella». 

«Penso che più bella piazza non potessimo trovare per la finale 2018, Trieste piace a tantissimi artisti - ha detto il direttore artistico Mariano Sannito che ha poi voluto sottolineare come - dietro questo evento c’è una mole enorme di promozione dalle affissioni a quattro televisioni e quest’anno ci sarà anche una novità legata alla ti che trasmetterà la finale».

«Il Festival Show equivale, ma per certi versi supera quello che era il Festivalbar», ha sottolineato il coreografo Etienne Jean Marie.

Sette gli autoarticolati che trasportano i materiali, ben 110 persone a lavorare per gli allestimanenti del palco di 300 metri quadrati, impianto luci e audio che si faranno notare - è la promessa degli organizzatori -. Un totale di circa 1000 persone dello staff saranno quelle che nei vari giorni triestini per un ritorno certo da parte degli albergatori e ristoratori.

Presentazione festival show-2

Festival Show

Lunghissimo l'elenco degli ospiti, che solo l'anno scorso, sono sati protagonisti dell'evento: Chiara, Fabrizio Moro, Umberto Tozzi, Elodie, Eraml Meta, Marco Masini, Michele Bravi, Alessio Bernabei, Anna Tatangelo, The Giornalisti, Alex Britti, Le Vibrazioni, Nek, Gli Stadio, Paola Turci, Raphael Gualzzi, Bianca Atzei, Francesco Gabbani, Raf, solo per nominarne alcuni. Una prerogativa di Festival Show è quella di riservare un'importante occasione di visibilità a giovani cantanti, canutori, band, di cui sono in corso in queste settimane le selezioni in tutta Italia. Tutti gli artisti saranno accompagnati dall'Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana diretta dal maestro Diego Basso.

Festival Show viaggia con palco, produzione audio-luci, alimentazione elettrica e intera struttura di backstage, compreso un track destinato a camerini e sala acconciatura e make-up. Un impiego di risorse e mezzi che  porta a muovere 7 autoarticolati, 3 camper e 80 persone impegnate negli allestimenti del palcoscenico di 300 metri quadrati. Il direttore della fotografia è Renato Neri, una firma che riconduce al Festivalbar.

Solidarietà 

Legato allo spettacolo un aspetto importante di solidarietà a favore della Città della speranza. In ogni serata viene promossa dai volontari della fondazione stessa una raccolta di contributi fra il pubblico. In questi anni, grazie alla generosità del pubblico nelle varie piazze, sono stati raccolti e versati alla Città della speranza oltre 600.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento