"Respirar cantando": lezioni di canto gratuite per affrontare le malattie respiratorie

Il canto migliora la qualità della respirazione e può essere una vera "medicina naturale" per gestire e arginare i sintomi dell'asma e della broncopneumopatia cronica. Un'iniziativa di AMAR ONLUS con la Scuola di Musica 55 e il patrocinio di Comune e ASUITS

Foto di repertorio

Il canto migliora la qualità della respirazione e può essere una vera "medicina naturale" per gestire i sintomi dell'asma e della broncopneumopatia cronica. Per questo nasce il progetto "Respirar cantando", con l'obiettivo di migliorare la qualità di vita e di ridurre i disagi di questi pazienti con delle lezioni di canto gratuite sotto la guida della dottoressa Chiara Corbo. Un'iniziativa di AMAR ONLUS - l'Associazione per le malattie respiratorie - e la Scuola di Musica 55 / Casa della Musica di Trieste, con il Patrocinio del Comune di Trieste e dell'ASUITs - Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste.

Gli incontri

Gli incontri iniziano mercoledì 16 ottobre, e si terranno ogni mercoledì dalle 18.30 alle 19.30 circa alla Casa della musica in via dei Capitelli, sono gratuiti e per iscriversi è possibile telefonare o scrivere a Scuola di Musica 55 / Casa della Musica oppure ad AMAR Onlus (tutti i riferimenti sui siti www.scuoladimusica55.it e www.amaronlus.it). Il progetto è stato presentato oggi alla Casa della musica alla presenza di Gabriele Centis della Scuola della Musica, Francesco Panteca, Presidente del Consiglio Comunale di Trieste; Bruno Salotto, Presidente di AMAR Onlus. 

Le malattie respiratorie

La Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) e l’Asma sono patologie potenzialmente invalidanti che riducono le capacità respiratorie per una riduzione del passaggio di aria nelle vie aeree. Più frequenti nell'età media e avanzata, portano ad un'infiammazione cronica del sistema respiratorio e, in alcuni casi, all'insufficienza respiratoria. Il canto è di grande aiuto in questi casi perché aiuta a controllare la risalita dell'aria dai polmoni, migliorando la qualità del respiro. Inoltre favorisce la broncodilatazione e il rilascio di ormoni benefici come l'ossitocina e le endorfine. 

La testimonianza di Panteca

Un beneficio dimostrato da ricerche scientifiche e avvalorato dalla testimonianza del presidente Panteca, che ha riportato a sue sperienza personale: "Soffendo di asma da  qualche tempo ho constatato che più siamo insicuri nel controllo dei sintomi più subiamo questa malattia. Curare la qualità della respirazione può fare veramente la differenza sulla qualità della nostra vita".

Il percorso

"Respirar Cantando" propone un percorso suddiviso in fasi: all'inizio sono previste 3 sedute individuali nelle quali il paziente, con l'aiuto di personale sanitario specializzato, lavora sull'impostazione della respirazione costo-diaframmatica e sulla coordinazione pneumofonica. Una volta consolidate queste capacità, i soggetti verranno inseriti nell'attività corale di gruppo: per almeno sei mesi, a cadenza settimanale, i pazienti canteranno insieme per almeno un'ora o un'ora e mezza, dedicando 15-20 minuti agli esercizi respiratori e ai vocalizzi e il resto al canto del repertorio corale scelto da specialisti ed educatori musicali. Non ultimo il beneficio del cantare insieme agli altri, attività che stimola la condivisione e la socialità e aiuta i pazienti dal punto di vista emotivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cappotto, come scegliere il modello giusto in base alla tua silhouette

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

  • Acqua alta sulle rive e piazza Unità, allagamenti anche a Muggia e Grado (FOTO)

  • I metodi fai da te per pulire i tappeti in modo efficiente

  • Rissa tra giovani armati di bastoni in largo Barriera, indagini della Polizia

Torna su
TriestePrima è in caricamento