"Tuffi Show" sul'Ursus: vince sotto la pioggia Michal Navratil

Il momento più atteso dell’ottava edizione di “Mare Nordest”, la manifestazione dedicata al mare sulle Rive di Trieste che si conclude con la tradizionale pulizia dei fondali e la nuova “caccia” alla plastica in mare per apneisti Primo Trofeo Trieste Spazzapnea

Foto: Mauro Zorzenoni

Grande successo di pubblico ieri, sabato 18 maggio, per il Tuffi Show dall'Ursus presso il Molo Audace, nonostante la pioggia che ha costretto gli organizzatori a sospendere per qualche minuto l’esibizione. Si è trattato del momento più atteso e spettacolare di Mare Nordest 2019, la manifestazione dedicata al mare in tutte le sue declinazioni allestita sulle Rive di Trieste fino a oggi, domenica 19 maggio. All'esibizione, patrocinata dalla FIN, hanno partecipato alcuni tra i più forti campioni della specialità a livello mondiale. Protagonista speciale il pontone Ursus, che ha fatto da cornice all’esibizione di tuffi da una pedana sistemata a 27 metri su una struttura collegata alla gru.

IL VIDEO DELL'ESIBIZIONE

I campioni internazionali

Nello specchio di mare antistante piazza dell’Unità d’Italia, si sono potute ammirare le evoluzioni del tre volte campione del mondo, l’inglese Gary Hunt e delle medaglie d’argento e bronzo agli ultimi Mondiali di Budapest, rispettivamente il ceco Michal Navratil e Alessandro De Rose. E poi di Oleksiy Prygorov, l’ucraino medaglia di bronzo nel sincro alle Olimpiadi del 2008 di Pechino, del rumeno Constantin Popovici, finalista ai Mondiali di Roma del 2009 dalla piattaforma di 10 metri e del polacco Kris Kolanus, vincitore lo scorso anno delle World Series in Texas. A prevalere è stato Navratil davanti a Popovici e al sette volte campione mondiale Gary Hunt.

Gli atleti italiani

Particolarmente festeggiato l’atleta della Trieste Tuffi Edera 1904 Alessandro De Rose - l’unico tuffatore italiano dalle Grandi Altezze felicissimo di essersi potuto esibire davanti al proprio pubblico grazie al sostegno del quale ha dichiarato di aver provato un’emozione fortissima. Oltre ai già citati campioni si sono tuffati dalla piattaforma di 5 metri  anche gli importanti atleti, partecipanti ai campionati italiani e internazionali, Davide Baraldi, Ice Club Como, nazionale giovanile; Matilede Borello, Blu 2006 Torino, vicecampionessa italiana; Giorgia Schiavone, Trieste Tuffi, bronzo ai campionati italiani; Paola Ciacchi, Trieste Tuffi, bronzo ai campionati italiani, Gabriele Auber, Trieste Tuffi, vari titoli italiani e finalista agli Europei e ai Mondiali, Federico Zanco, Blu 2006 ed Eduard Timbretti, Blu 2006 Torino, vicecampione italiano. A prevalere è stato Timbretti davanti a Baraldi e Schiavone.

La cultura del mare

L'aspetto culturale e didattico della manifestazione – che ha ottenuto per questo il patrocinio di proEsof 2020 - è stato garantito da vari seminari, incontri, presentazioni e iniziative didattiche e divulgative: incontri di approfondimento su monitoraggio del mare, depurazione delle acque, inquinamento e microplastiche e laboratori a cura dei principali partner istituzionali scientifici.

Canottaggio

Ampio risalto ha avuto  pure il canottaggio. Nel pomeriggio davanti a Piazza dell'Unità d’Italia si è svolta in collaborazione con la SGTn è una gara di canottaggio con la formula del “match race” a coppie, con eliminazione diretta e possibili recuperi, a bordo di imbarcazioni “doppio canoino” per la categoria open (junior, senior, master) maschile e femminile.  A prevalere nella categoria maschile è stato l’equipaggio Gustavo Ferrio/Federico Duchich (Saturnia), in quella femminile Cristina Rismondo/Francesca Letting (Ginnastica Triestina/Nettuno) mentre nel misto hanno vinto Elena Battaggia/Sergio Predonzani (Adria).

La pulizia dei fondali

Il Mare ti ascolta, il Mare ti parla” è il tema cardine di questa edizione. Particolare attenzione viene riservata da sempre infatti alla cultura ambientale e alla salvaguardia del mare. Come ulteriore messaggio di attenzione verso il mondo marino a conclusione dell’evento, nella mattinata di oggi, domenica 19 maggio, si è tenuta l'ormai tradizionale "Pulizia dei Fondali" con la realizzazione della V edizione dell’Operazione “Clean Water”, affiancata da una novità: una “caccia” alla plastica in mare per apneisti, il Primo Trofeo Trieste Spazzapnea” presso la Diga Vecchia.

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

  • Arredamento, le tendenze più in voga del 2019

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Annegato a Barcola, il cuore del ragazzo batte ancora

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

Torna su
TriestePrima è in caricamento