Covid-19: le novità per il ritorno a scuola a settembre

Da qualche giorno il Comitato tecnico scientifico della Protezione civile sta mettendo a punto il testo definitivo del protocollo che parla della riapertura delle scuole a settembre, ecco alcune anticipazioni

Da qualche giorno il Comitato tecnico scientifico della Protezione civile sta mettendo a punto il testo definitivo del protocollo che parla della riapertura delle scuole a settembre, testo che entro oggi dovrebbe arrivare alla versione definitiva. La viceministra Anna Ascani, parla di accordi fra le scuole e i Comuni per poter utilizzare locali esterni, come ad esempio palestre, cinema, teatri e musei. Fra le regole predisposte per la ripresa del prossimo anno scolastico sono comunque già state rese note alcune anticipazioni e linee guida.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scuola a settembre: come sarà

Con la riapertura delle scuole a settembre una cosa è certa: l'uso della mascherina sarà obbligatorio per i bambini dai 6 anni in su. L'obbligo sarà valido per tutti (alunni, docenti e personale Ata). Dalla primaria alla secondaria lo studente potrà abbassare la mascherina solamente quando il professore interrogherà con la cattedra che dovrà essere posta ad almeno due metri di distanza dallo studente. I banchi dovranno trovarsi ad un metro di distanza l’uno dall’altro. Per quanto riguarda la scuola dell'infanzia, la mascherina è facoltativa per i bambini dai 3 ai 5 anni e non obbligatoria. Gli ingressi saranno scaglionati per evitare gli assembramenti, questo dipenderà dal numero degli alunni iscritti in ciascun istituto, in modo da poter monitorare nel migliore dei modi ingresso e uscita di ragazzi e bambini. Non è previsto l’uso dei guanti ma il gel igienizzante per le mani sarà un elemento fondamentale. Per quanto riguarda le mense, le regole da osservare saranno quelle predisposte già per i ristoranti. La didattica a distanza, dunque, resterà una soluzione solo per gli studenti delle superiori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento