Merenda a scuola: i consigli per una scelta sana e di qualità

A volte è davvero difficile destreggiarsi nella scelta di una merenda da offrire ai bambini, soprattutto per la scuola. Non sempre è facile trovare in commercio prodotti sani e di qualità, ecco quindi alcuni consigli per organizzare la merenda dei più piccoli in modo genuino

A volte è davvero difficile destreggiarsi nella scelta di una merenda da offrire ai bambini, soprattutto per la scuola. Non sempre è facile trovare in commercio prodotti di qualità e salutari e tutte le mamme vorrebbero per i figli uno spuntino mattutino sano e nutriente che però sia allo stesso tempo goloso, evitando snack ipercalorici, con grassi saturi, conservanti e coloranti. Ecco a questo proposito alcuni consigli utili per organizzare la merenda dei bambini in modo sano e genuino.

Prima di tutto abitudini sane

Tra la scuola, i compiti, le attività sportive pomeridiane e le lezioni di musica, le giornate dei nostri bambini sono spesso molto impegnative. Per questo è fondamentale che i piccoli inizino la giornata nel modo giusto cercando di non trascurare colazione a casa e merenda a scuola, importanti per fornire loro tutta l’energia di cui hanno bisogno. Il modo più semplice per evitare il rischio di mangiare male a merenda è quello di giocare d’anticipo e attrezzarsi per invogliare i bambini a scegliere un’alimentazione sana e nutriente. Un’ottima soluzione è quella di preparare la merenda a casa, magari con l’aiuto dei bimbi, che si divertiranno sicuramente. Possiamo preparare merende dolci o salate in base ai loro gusti e desideri.

Ciambellone fatto in casa

Nutrire i bambini in maniera sana non significa escludere completamente i dolci dalla loro alimentazione. L’importante è ridurre al minimo il consumo di merendine confezionate e sostituirle con un dolce preparato in casa con ingredienti genuini e senza conservanti. Ad esempio, potreste provare a realizzare un buon ciambellone integrale ricco di fibre.

Frutta

I bambini si sa, non amano particolarmente la frutta. Ecco allora un piccolo trucco per far apprezzare loro questi alimenti importantissimi per l'organismo. Il segreto è presentare la frutta sotto forme creative e fantasiose. In alternativa alla frutta fresca, potete riempire un piccolo contenitore ermetico con un po’ di frutta secca.

E da bere?

Possiamo offrire ai bambini dei succhi di frutta non zuccherati, oppure una bevanda a base di amasake, da preparare a casa in pochissimo tempo. Basta sciogliere un cucchiaio di amasake in un bicchiere d’acqua per ottenere una bevanda dolce e salutare. L’amaske è una crema dolce acquistabile già pronta, derivata dalla fermentazione dei cereali. Il suo sapore dolce e naturale è particolarmente adatto ai bambini, possiamo quindi usarla come dolcificante per dolci oppure per farne una bevanda.

Barrette morbide di cereali

Un'altra alternativa potrebbe essere quella di preparare in casa delle deliziose e nutrienti barrette ai cereali. Ecco come fare:

  • Unite i fiocchi di cereali, l'uvetta e la frutta disidratata e coprite il tutto con acqua per far ammorbidire.

  • Mescolate in un'altra ciotola i cereali soffiati con il sesamo, le nocciole tagliate a pezzetti, la farina di mandorle e il malto. Strizzate bene gli ingredienti che erano in ammollo e aggiungeteli al composto. Mescolate bene schiacciando con il cucchiaio.

  • Rivestite una una pirofila con la carta forno e versate il composto. Distribuitelo bene, schiacciando e livellando. Infornate per 30 minuti a 160°.

  • Nel frattempo, per rendere la merenda più golosa, sciogliete il cioccolato che verserete sopra il composto una volta tolto dal forno. Lasciate raffreddare e mettete in frigorifero per circa mezz'ora.

  • Estraete il composto con tutta la carta forno e rovesciatelo su un tagliere. Infine, togliete la carta e tagliate le diverse barrette.

Merende salate

Tra le merende salate non può di certo mancare il classico panino imbottito, invece della solita opzione, provate a camuffare la lattuga e il pomodoro insieme al tipo di affettato che il bambino preferisce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ma studiare durante la notte è conveniente?

  • Come diventare istruttore di nuoto, il percorso formativo necessario

  • Addetti primo soccorso per le aziende, al via il corso a Trieste

  • Come diventare tecnico radiologo, il percorso formativo necessario

  • Aerei di linea, le licenze necessarie per diventare piloti

  • EnAIP FVG: parte il corso di formazione degli operatori elettrici PES e PAV

Torna su
TriestePrima è in caricamento