Rendimento scolastico, ecco perché chi fa attività fisica ottiene voti più alti a scuola

Oggi vi parliamo di uno studio condotto dall’University of Jyväskylä, in Finlandia, che ha dimostrato come gli adolescenti che svolgono regolarmente attività fisica ottengono voti migliori a scuola rispetto a chi conduce una vita sedentaria

Uno studio recente condotto dall’University of Jyväskylä, in Finlandia, ha dimostrato come gli adolescenti che svolgono regolarmente attività fisica solitamente ottengono voti migliori a scuola, e, soprattutto, vantano un miglior profitto scolastico durante il passaggio dalla scuola primaria a quella secondaria, rispetto ai coetanei che, invece, non svolgono attività fisica.

Metodo di studio, le tecniche e i trucchi per favorire l'apprendimento

Lo studio

Gli esperti hanno esaminato le associazioni esistenti fra attività fisica e prestazioni accademiche in un campione di 635 adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 13 anni. L'attività fisica dei partecipanti è stata valutata utilizzando un questionario, mentre i voti scolastici sono stati ottenuti tramite i registri scolastici. Sulla base dei risultati ottenuti, è stato dimostrato che chi fa sport da tempo sembra avere migliori voti a scuola. Lo stesso risultato, però, non è stato osservato in coloro che hanno aumentato il loro livello di attività fisica solo in un secondo momento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non dimentichiamoci di studiare

Nonostante ciò, non è possibile averne certezza, ovvero sapere se l'attività fisica migliori le prestazioni accademiche o se, al contrario, gli adolescenti con prestazioni accademiche migliori scelgano semplicemente uno stile di vita fisicamente più attivo. Di conseguenza, un aumento dei livelli di attività fisica non comporta automaticamente un miglioramento delle prestazioni accademiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Approvato il decreto scuola: ecco tutte le novità

  • Coronavirus: le possibili novità per la maturità 2020

  • Calendario scolastico 2020/2021: il Fvg inizia il 16 settembre

  • Stop alla didattica a distanza per le vacanze di Pasqua

  • Media scolastica, i fattori da tenere in considerazione e come calcolarla in modo corretto

  • Insegna da casa: da Google una pagina dedicata alla didattica online

Torna su
TriestePrima è in caricamento