Servizio mensa alle scuole materne, come usufruirne a Trieste

Un’alimentazione corretta costituisce un presupposto essenziale per il mantenimento di un buono stato di salute. A scuola, ha il compito di educare il bambino all’apprendimento di abitudini alimentari salutari. Ecco i servizi offerti dal Comune

Una corretta alimentazione a scuola, oltre ad avere dei benefici diretti sulla salute dei nostri bambini, ha il compito di educare il bambino all’apprendimento di abitudini e comportamenti alimentari sani, quali imparare a stare a tavola, a mangiare senza sprechi, a variare i cibi. 

Linee guide dei menù scolastici - Cosa mangiano i nostri figli a scuola?

  • Primi piatti asciutti (alla forchetta): con salsa di pomodoro, condimenti a base di verdure (con una o più tipologie di verdure), al pesto fresco, al burro, all’olio extra vergine d’oliva.

  • Primi piatti liquidi (al cucchiaio): minestra o passato o zuppa di verdure o in brodo di verdure o creme di legumi, comprese le minestre di cereali e legumi.

  • Piatto unico: almeno una porzione al mese a base di proteine vegetali con associazione di cereali e derivati, patate con legumi come polenta e fagioli in umido, riso e piselli, polpette o crocchette di legumi con polenta, pasta asciutta con fagioli, pasta e ceci. Una porzione a settimana a base di proteine animali con associazione di cereali e derivati, patate, pasta/riso/ gnocchi di patate o semolino/polenta/purè con carne, pesce o formaggio.

  • Frutta: se non viene consumata a pasto, darla in aggiunta alla merenda pomeridiana e proporla anche come macedonia di frutta fresca.

  • Dolci: da preferire quelli non confezionati, a seconda degli ingredienti usati.

  • Bevande: acqua di rete, da rendere facilmente disponibile anche lontano dai pasti.

I metodi di cottura possono essere al forno, al vapore e in umido.

Iscrizione al servizio mensa comunale di Trieste

L’iscrizione e la continuità nella frequenza alle scuole dell'infanzia comunali e statali in cui è attivo il servizio mensa comunale comportano automaticamente anche l’iscrizione a detto specifico Servizio. Il servizio mensa comunale è a pagamento. Sono previste tariffe intera, ridotta o l'esonero in base all'ISEE del nucleo familiare e/o al numero dei figli che fruiscono contemporaneamente del servizio di mensa scolastica erogato dal Comune di Trieste (anche Nidi comunali e SIS). 

La tariffa mensile 

La tariffa intera si applica nel caso in cui, alla data del 30/04/2019, vi sia assenza di ISEE, oppure ISEE scaduto, oppure ISEE superiore o uguale a 55.000,01 euro. L'esonero è previsto solo in presenza di un valore ISEE fino a 7.250,00 euro del nucleo familiare nel quale è inserito il minore. Onere della famiglia è rendere disponibile la certificazione ISEE sul sito dell'INPS entro la data del citata poc'anzi. Le tariffe assegnate e le modalità di pagamento verranno comunicate entro il mese di agosto 2019 mediante pubblicazione protetta sul sito istituzionale del Comune di Trieste.

Come ottenere una tariffa ridotta o l’esonero per il servizio mensa?

Per ottenere la tariffa ridotta o l’esonero per il servizio di mensa per l'anno scolastico 2019/2020 non è necessario fare domanda. La tariffa viene calcolata d'ufficio tramite consultazione del sito INPS sulla base del valore ISEE. Per gli ISEE acquisiti dall'utente successivamente al 30 aprile è necessario che l'utente comunichi il valore ISEE (anche via mail) all'ufficio che eroga la prestazione agevolata e il beneficio decorrerà dal mese successivo alla presentazione della richiesta di rideterminazione della prestazione sociale agevolata. Qualora la condizione economica dei richiedenti, evidenziata dall'ISEE fosse tale da non rendere possibile l'accesso alla prestazione sociale agevolata e tuttavia fossero presenti nel nucleo condizioni di bisogno urgenti inerenti livelli essenziali di vita, la prestazione o l'esonero dalla contribuzione può essere prevista, in via del tutto eccezionale, con atto motivato sulla base di una relazione tecnica del servizio sociale comunale

Modalità di pagamento del servizio

Il pagamento del servizio di mensa scolastica deve essere anticipato rispetto all'utilizzo del servizio. I genitori possono effettuare versamenti liberi nell’importo, purché non inferiori a 50,00 euro. Ma come si può pagare? I versamenti possono essere effettuati a partire dal primo ottobre 2019 con le seguenti modalità alternative:

  • versamento sul conto corrente postale n° 49864069

  • versamento con bonifico bancario (anche tramite home banking) a Esatto S.p.A. IBANIT31A0306902222100000004263 - codice BIC BCITITMM

  • versamento presso gli sportelli di Esatto S.p.A

Mense scolastiche: arriva la app per controllare il menu dei figli

Cosa indicare nel pagamento

Qualunque metodo di pagamento si scelga, è necessario indicare nella causale del versamento:

  • il codice fiscale del bambino

  • il nome ed il cognome del bambino

  • “servizio mensa 2019/2020”

  • scuola di frequenza

Come controllare i pagamenti?

Possiamo controllare i nostri pagamenti tramite accesso al portale della carta regionale dei servizi.Si ricorda che per accedere al portale della carta regionale dei servizi è necessario attivare la Carta Regionale dei Servizi del bambino (ossia la tessera sanitaria), ricevere i codici di utilizzo e disporre del lettore di smart card per il computer. Per informazioni sulle modalità di attivazione, sull'acquisizione dei codici di utilizzo e su come ricevere il lettore di smart card basta accedere al sito della Regione Friuli Venezia Giulia sulla sezione dedicata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scopri quali sono i prodotti più venduti nel mondo scuola

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Approvato il decreto scuola: ecco tutte le novità

  • Coronavirus: le possibili novità per la maturità 2020

  • Calendario scolastico 2020/2021: il Fvg inizia il 16 settembre

  • Stop alla didattica a distanza per le vacanze di Pasqua

  • Media scolastica, i fattori da tenere in considerazione e come calcolarla in modo corretto

  • Insegna da casa: da Google una pagina dedicata alla didattica online

Torna su
TriestePrima è in caricamento