Tecnica dei loci per la memorizzazione, funziona davvero?

La tecnica dei loci, plurale del termine latino locus che significa letteralmente "luogo", è un'antica tecnica mnemonica utile a migliorare l'apprendimento, introdotta in antichi trattati di retorica greci e romani. Scopriamo come funziona

La tecnica dei loci - plurale del termine latino locus, che significa letteralmente "luogo" - anche chiamata "palazzo della memoria", è un'antica tecnica mnemonica introdotta in antichi trattati di retorica greci e romani. Utile per imparare concetti e ricordarli secondo un ordine preciso, sono stati moltissimi gli studiosi illustri che l’hanno utilizzata durante la storia, tra questi non possiamo non citare Cicerone.

Storia

Questa tecnica mnemonica viene attribuita a Simonide di Ceo, un poeta lirico dell'antichità. Durante un banchetto con il re tessalo Skopas, il poeta venne chiamato fuori dal palazzo per accogliere due giovani. Non appena uscì, il palazzo crollò seppellendo tutti i commensali. Dato che i volti dei morti erano rimasti sfigurati, il poeta riuscì a dare loro un nome ricordando il posto in cui erano seduti. Già questo fa intuire il funzionamento della tecnica.

Come funziona

Ma come funziona questa tecnica? Semplice, gli elementi da ricordare vengono associati a dei luoghi fisici. Per ricordare, quindi, in un certo ordine vari contenuti si ricorre alla memorizzazione di relazioni spaziali. La memorizzazione, in questo caso, è divisa in due aree:

  • Memorizzare e comprendere il concetto: capire e saper spiegare ciò che si è studiato, è il primo passo per poter ricordare. Il cervello umano, e con esso la memoria, funziona meglio con le immagini, le emozioni e le azioni. Dopo aver compreso un concetto, è bene, quindi, trasformarlo in qualcosa di reale, un’immagine concreta.

  • Dargli un ordine preciso: l’uomo ha sempre avuto una grande capacità di orientarsi nello spazio, ricordando dei punti particolari di alcuni percorsi compiuti. Secondo questa tecnica, bisogna sfruttare questa capacità spaziale per dare senso e ordine ad un discorso.

In poche parole, si tratta di un metodo di miglioramento della memoria che utilizza la visualizzazione di elementi per ricordare e organizzare le informazioni. Un percorso con dei luoghi nel quale posizionare le immagini dei concetti da memorizzare. Ad esempio, molti campioni di concorsi di memoria affermano di utilizzare questa tecnica per poter ricordare visi, numeri e liste di parole. Grazie alla tecnica dei loci è possibile memorizzare un vasto numero di informazioni e collegarle tra di loro per creare un unico discorso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ma studiare durante la notte è conveniente?

  • Come diventare istruttore di nuoto, il percorso formativo necessario

  • Addetti primo soccorso per le aziende, al via il corso a Trieste

  • Come diventare tecnico radiologo, il percorso formativo necessario

  • Aerei di linea, le licenze necessarie per diventare piloti

  • EnAIP FVG: parte il corso di formazione degli operatori elettrici PES e PAV

Torna su
TriestePrima è in caricamento