In ritardo per l'iscrizione all'università? Ecco cosa fare

Le date di iscrizione all’università variano a seconda del corso scelto. Una volta scaduti i termini, in alcuni casi, esiste comunque la possibilità di iscriversi in ritardo. Vediamo insieme come procedere

Spesso iscriversi all'università non è cosa facile, può capitare di essere assaliti da mille dubbi e non sapere quale corso scegliere fino all'ultimo istante. Scegliere il percorso giusto e più adatto a noi è, però, fondamentale perché riguarda il nostro futuro. Le date di iscrizione all’università variano a seconda del corso scelto. Una volta scaduti i termini, in alcuni casi, esiste comunque la possibilità di iscriversi in ritardo. Vediamo come procedere.

Corsi a numero chiuso

Partiamo dai corsi a numero programmato, come medicina, dove è necessario sostenere e superare un test d’ingresso. In questo caso, è il Ministero dell’Istruzione a stabilire non solo la data del test, ma anche quella entro cui immatricolarsi, una volta pubblicate le graduatorie nazionali. In questi corsi, purtroppo, non esiste la possibilità di prorogare i termini d’iscrizione. Però, è possibile iscriversi ad un corso alternativo a numero aperto e tentare il test l’anno successivo. Inoltre, è anche possibile iscriversi ad un'università telematica. Atenei dove, in molti casi, ci si può iscrivere tutto l’anno.

Corsi a numero aperto

Passiamo ora ai corsi a numero aperto dove il periodo di immatricolazione è stabilito dalle singole università. Generalmente, è possibile iscriversi al primo anno da luglio a fine settembre - metà ottobre. Ogni Ateneo stabilisce anche se e entro quale data consentire l’iscrizione in ritardo. In generale, è possibile immatricolarsi entro dicembre o gennaio, ma per conoscere la data esatta è necessario consultare il sito ufficiale dell’università. Tutte le informazioni dettagliate, la modulistica e i documenti richiesti possono, ovviamente, essere reperiti anche presso la Segreteria studenti. In molti casi andrà anche inserita la motivazione per l’iscrizione in ritardo all'interno della domanda di ammissione, che dovrà essere accettata dal Rettore dell’Ateneo. Inoltre, oltre al pagamento della tassa di iscrizione, si dovrà pagare anche una mora o sovrattassa. In alcuni Atenei è prevista una quota fissa (in genere tra i 65 e i 100 euro), mentre altre università stabiliscono l'entità della mora in relazione al ritardo rispetto ai termini regolari d’iscrizione.

Se siete interessati ad iscrivervi all'Università degli Studi di Trieste, riconosciuta come uno tra i migliori Atenei italiani provvisto di un'ampia offerta formativa, consulatate la pagine dedicata alle Immatricolazioni e Ammissioni 2019/2020.

Qui la nostra guida su come scegliere l’università giusta per te

Iscrizione università, i manuali più venduti sul web

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test di Medicina 2020, le novità e la proposta di abolizione

  • Università: calano gli iscritti ai corsi di laurea più richiesti dal mercato del lavoro

  • Maturità 2020, obbligatorie prove Invalsi ed ex alternanza scuola-lavoro

  • Iscrizioni scuola dell'infanzia 2020/21, domanda e scadenze

  • Nulla osta, la procedura da seguire per cambiare scuola

  • Cultura alimentare, rinnovato il progetto “Dall'orto alla tavola. L'educazione alimentare nelle scuole triestine"

Torna su
TriestePrima è in caricamento