In cammino per 11mila chilometri, l'ultima tappa di Anna e Riccardo oggi a Trieste

Lei piemontese, lui ligure, i due viandanti sono partiti più di un anno fa dal confine occidentale d'Italia e hanno attraversato 22 paesi europei. "E' un'emozione particolare. Da questo cammino nascerà un libro". L'arrivo in piazza Unità oggi alle 16

Anna e Riccardo assieme alla sindaca di Muggia e ad un gruppo di viandanti

Dopo oltre 11mila chilometri percorsi a piedi in circa un anno, Anna Rastello e Riccardo Carnovalini arriveranno in piazza Unità a Trieste oggi pomeriggio intorno alle 16. La "grande avventura" dei due viandanti, ligure lui e piemontese lei, era iniziata proprio al confine occidentale d'Italia e si è snodata attraverso 22 paesi europei per "testimoniare come il nostro continente forse abbia bisogno veramente di una cultura comune".

Un cammino lungo 22 paesi 

Tra borgate, sentieri, incontri con persone sconosciute e quegli abbracci fraterni che solo un grande viaggio come questo può restituire, il loro cammino è stato reso pubblico dalla Rastello solamente il 26 settembre. "Il giorno precedente è il mio compleanno - ha raccontato - e allora per ringraziare le persone che mi avevano fatto gli auguri ho pubblicato su Facebook un post dove spiegavo cosa stavamo facendo". 

Riccardo è fotografo mentre Anna lavora come informatica e hanno deciso di mettere un piede dietro l'altro per imbarcarsi in un viaggio che, dopo l'emozione del presente, prossimamente diventerà un libro. "Non sappiamo ancora con quale editore - hanno spiegato questa mattina a Muggia dove sono stati accolti dal sindaco della cittadina rivierasca, Laura Marzi - ma abbiamo raccolto moltissime testimonianze, scattato oltre 12mila fotografie che custodiremo assieme a tanti ricordi bellissimi".  

Anna Rastello - Laura Marzi - Riccardo Carnovalini-2

L'incontro con la sindaca di Muggia, nel pomeriggio il saluto di Dipiazza

Proprio la prima cittadina della cittadina istriana ha aggiunto come "il vostro camminare può lanciare una riflessione sul tanto lavoro che in campo europeo c'è ancora da fare". Riccardo e Anna si sono definiti "europeisti convinti, anche se è innegabile che ci si debba impegnare ancora tanto per ottenere una visione comune. L'Europa è la nostra casa e non possiamo darla per scontata". Riccardo ha alle spalle circa quattro decenni di cammini lungo i sentieri europei. "Proprio a Muggia nel 1985 fui accolto dall'allora sindaco Willer Bordon durante un viaggio che mi aveva portato ad esplorare le coste della nostra penisola - ha concluso il già fotografo dello storico periodico Airone - e tornare qui è per me un'emozione particolare". 

A conclusione dell'incontro istituzionale nella sala del Consiglio comunale di Muggia, i due viandanti hanno donato alla sindaca Marzi un disegno che raffigura le bandiere dei 22 paesi attraversati. Anna e Riccardo si sono rimessi in cammino poco dopo, accompagnati da un gruppo di viandanti provenienti da diverse parti d'Italia e verranno accolti nel capoluogo regionale dal sindaco Roberto Dipiazza alle 16.45 di oggi 15 ottobre. In serata sul Carso la grande festa conclusiva, 11mila chilometri dopo il primo passo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento