A Barcola il terzo "Cicca Day", l'evento per ripulire la pineta dai mozziconi di sigaretta

Sabato 24 agosto dalle 18 alle 19.30 l'associazione sportiva dilettantistica All Sail ha organizzato, in collaborazione con Trieste Altruista, una pulizia della pineta di Barcola dai mozziconi di sigaretta. Dopo maggio e giugno, adesso arriva il terzo appuntamento

Foto Trieste Altruista

Il problema dell'inquinamento anche a Trieste non è più procrastinabile. L'enorme produzione di plastica, l'inquinamento da combustibili e la mancanza di rispetto verso l'ambiente, creano quotidianamente delle criticità che dovrebbero essere affrontate con maggiore consapevolezza. Siamo convinti che l'attacco di questo articolo potrà sembrare retorico a più di qualcuno, per il fatto che molto spesso ci si ritrova a dare il proprio appoggio a meritevoli iniziative solo virtualmente, o per simpatia. 

"Sperano veramente di cambiare il mondo?" è una frase che risuona come un vortice negativo, all'interno delle nostre frequentazioni giornaliere. Eppure, la soluzione esiste e non risiede nelle battaglie di massa organizzate a colpi di click, flahsmob inesistenti o nei gruppi Facebook male amministrati. Per fare del bene e fare pace con sé stessi - niente di liturgico, sia chiaro - si può far leva sulla partecipazione ad operazioni dallo scopo nobile come quella che si terrà sabato 24 agosto prossimo presso la pineta di Barcola dalle 18 alle 19.30. 

Dove e quando: le prime informazioni

L'evento, organizzato dall'associazione sportiva dilettantistica All Sail, partirà dal lungomare Benedetto Croce. Per chi proviene da Trieste e non conosce il punto preciso, la riviera dedicata al grande filosofo inizia proprio alla fine della pineta di Barcola. "Abbiamo bisogno di volontari per la pulizia della pineta da tutti i mozziconi di sigaretta. Le cicche saranno raccolte in bottiglie di plastica vuote da un litro" scrivono gli organizzatori, che hanno ricevuto il supporto anche di Trieste Altruista, un'associazione di giovani che si sono già distinti per alcune operazioni di pulizia importanti, non ultima quella della spiaggia di santa Croce. 

Come e cosa fare 

I partecipanti dovranno munirsi di bottiglie di plastica vuote, più un sacchetto o un altro contenitore. Nelle prime finiranno i mozziconi di sigaretta gettati dagli uomini e le donne di poca civiltà, mentre nei secondi verranno raccolti i tappi che i volontari troveranno a terra. La All Sail fornirà i guanti. Per partecipare all'evento di pulizia è necessario iscriversi al progetto "cliccando sul pulsante blu “MI ISCRIVO” presente a destra se navighi da PC o in basso se navighi da Smartphone". "Se invece è la prima volta in assoluto che ti iscrivi ad un nostro progetto e non sei mai venuto/a nella nostra sede per il primo colloquio di conoscenza, contatta il numero 335 5945470 per concordare quando passare".

Le due fasi

La pulizia seguirà due fasi principali: la prima infatti sarà quella dedicata proprio al lungomare Croce e alle barriere di scogli frangiflutti posizionati vicini al mare, mentre la seconda vedrà i partecipanti addentrarsi all'interno della pineta per l'ulteriore raccolta di mozziconi e altri inquinanti. I volontari che prenderanno parte al "Cicca Day" saranno riconoscibili attraverso una maglietta bianca con l'hashtag #bastacicche. 

Al termine della due ore di pulizie ci sarà un aperitivo libero, come scrivono gli organizzatori "per conoscerci e fare amicizia". Gli organizzatori infatti sono alla ricerca di "persone che abbiano a cuore la cura del nostro pianeta". Il progetto, sempre secondo l'All Sail "è adatto anche a genitori accompagnati da figli minori".  La giornata è organizzata in collaborazione con l'associazione sportiva dilettantistica All Sail di Barcola. Ai genitori che verranno accompagnati dai propri figli infatti verrà offerta mezz'ora di canoa per famiglia. Per chi si disinguerà per la quantià di mozziconi raccolti invece l'All Sail fornirà un noleggio gratuito di un kayak. 

Dove finiscono le "cicche"

I mozziconi di sigaretta sono il rifiuto singolo più abbondante sulla Terra, ancora di più della plastica: su scala globale, ogni giorno, ne vengono dispersi nell’ambiente più di 10 miliardi. Il problema è che poi impiegano anni a decomporsi e molti di questi finiscono nei nostri mari diventando facilmente consumabili dalla fauna marina, provocandone la morte oppure entrando nella nostra catena alimentare con tutte le conseguenze sulla salute che questo può comportare.

Gli organizzatori concludono ricordando che "i mozziconi di sigaretta sono capaci di produrre fino a quattromila sostanze chimiche diverse e di liberare nell’ambiente l’inquinantissimo acetato di cellulosa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento