Falciato dalle macchine il primo sciacallo dorato mai catturato in natura

Yama è morto. A darne notizia è il Gazzettino secondo il quale sarebbe stato falciato dalle macchine in transito lungo l'autostrada cinque giorni fa

foto Università di Udine

Yama, il primo sciacallo dorato ad essere stato catturato in natura, è morto cinque giorni fa. L’esemplare, di cui gli studiosi dell’Università di Udine ne avevano seguito gli spostamenti riuscendo a munirlo di radiocollare per monitorarne gli spostamenti, è stato falciato dalle macchine in transito lungo l’autostrada nei pressi di Monfalcone. A darne notizia è stato il Gazzettino nella giornata di ieri 24 settembre. 

Il video della cattura

Il corpo senza vita dell’esemplare maschio è stato individuato, come riportato dal Gazzettino, da una ditta “che si occupa della rimozione di carcasse di animali lungo l’autostrada”. La morte sarebbe avvenuta il 20 settembre scorso. La cattura di Yama era stata salutata dal mondo naturalistico e scientifico del Friuli Venezia Giulia con favore proprio perché grazie ad essa si sperava di poterne analizzare i movimenti e i comportamenti legati alla territorialità. Gli esemplari di sciacallo dorato in Italia sono un’ottantina, di cui la maggior parte vive nella nostra regione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

Torna su
TriestePrima è in caricamento