Manovra 2020: Imu e Tasi, ecco cosa cambia

La manovra 2020 prevede importanti novità anche in materia di tasse: la Tasi scomparirà per lasciare il posto alla Nuova Imu che verrà applicata dal 2020 con un’aliquota base dell’8,6 per mille. Ecco tutte le informazioni

La manovra 2020 prevede importanti novità anche in materia di tasse: la Tasi scomparirà per lasciare il posto alla Nuova Imu. Quest'ultima verrà applicata dal 2020 con un’aliquota base dell’8,6 per mille. Ecco nel dettaglio in cosa consiste.

Nuova Imu

La nuova tassa, che avrà il nome di Nuova Imu e valida solo per il 2020, verrà applicata nella misura più elevata dell’8,6  per mille nel 2020, con la facoltà da parte di ogni Comune di aumentarla fino al 10,6 per mille o fino all’11,4 per mille.

Esenzioni e scadenze

Le scadenze previste per il pagamento della tassa rimangono invariate. I contribuenti assoggettati alla nuova Imu, dunque, dovranno provvedere al versamento della nuova Imu, alle seguenti scadenze:

  • acconto nuova Imu da corrispondere entro il 16 giugno 2020 (nella misura della metà di quanto versato nel 2019);

  • saldo nuova Imu da pagare entro il 16 dicembre 2020.

Nessun cambiamento anche per quanto riguarda le esenzioni e la riduzione del 25% per chi concede in locazione un immobile di proprietà con contratto a canone concordato.

Modalità di pagamento

Al momento non sono previste novità neanche per le modalità di pagamento della Nuova Imu. I contribuenti, alle scadenze previste, possono continuare a pagare compilando i bollettini postali previsti, il modello F24 o tramite il sistema telematico PagoPa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Benzina in Slovenia: da oggi costa ancora meno

  • E' di Marina Buttazzoni il cadavere trovato a Portopiccolo

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Studi legali migliori d'Italia, due triestini nella classifica di Forbes

Torna su
TriestePrima è in caricamento