Tasi, ecco come e quando pagarla a Trieste

La TASI, tributo per i servizi indivisibili, insieme con l'IMU e la TARI, è una delle tre componenti dell'Imposta unica comunale. Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta, quali sono le procedure, le modalità di pagamento e le scadenze a Trieste

Il tributo per i servizi indivisibili, detto anche TASI, insieme con l'IMU e la tassa sui rifiuti (TARI), è una delle tre componenti dell'Imposta unica comunale. Il suo pagamento serve a finanziare i costi della manutenzione del verde pubblico e delle strade comunali, l'arredo urbano, l'illuminazione pubblica e l'attività svolta dalla Polizia locale. La TASI è una tassa che si applica ai proprietari e/o detentori dei fabbricati rientranti nelle seguenti categorie:

  • abitazioni principali ed assimilate di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze (soggette anche ad IMU);

  • immobili di categoria catastale C/1 e C/3 in cui coincide proprietario ed esercente attività commerciale/artigianale (soggetti anche ad IMU);

  • immobili di categoria catastale D diversi dai fabbricati rurali ( ad esclusione degli immobili D/5) in cui coincide proprietario ed esercente; attività commerciale/industriale (soggetti anche ad IMU);

  • Immobili cosiddetti merce, cioè quei fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita e non siano locati;

  • fabbricati rurali strumentali.

Chi è esente dal pagamento

Dal 2016 non sono più soggetti al pagamento della TASI i possessori dell’abitazione principale e assimilate di categoria A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7. Quindi, anziani e disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero, a condizione che le stessa non risulti locata; abitazione adibita a casa coniugale e assegnata al coniuge; unico immobile posseduto e non concesso in locazione dal personale in servizio permanente, immobile appartenente alle Forze armate ed alle forze di Polizia, alloggi sociali, immobili delle cooperative edilizie adibiti ad abitazione principale dai soci assegnatari, residenti  all’estero iscritti all’AIRE già pensionati nel paese estero di residenza.

Procedure

L’Agenzia delle Entrate Esatto SPA (Piazza del Sansovino, 2) distribuirà gli avvisi di pagamento con i modelli F24 precompilati per il versamento della TASI del Comune di Trieste. L’avviso sarà inviato solo a chi risulta dover pagare la TASI per l’anno 2019 in base alle evidenze informatiche. Al fine di agevolare gli adempimenti, in caso di pluralità di possessori i conteggi riporteranno l’importo dovuto da ciascun possessore in proporzione alla quota di possesso. I possessori sono tenuti all’adempimento dell’obbligazione tributaria. Il modello F24 permette il pagamento dell’imposta senza commissioni presso tutti gli sportelli postali o bancari. Pertanto, il contribuente che riceverà l’avviso dovrà controllarlo attentamente e in caso di errore o mancato aggiornamento deve essere immediatamente segnalato ad Esatto SPA che provvederà alla sua correzione. In caso di comproprietà o contitolarità vanno effettuati tanti versamenti quanti sono i proprietari o contitolari, ciascuno dei quali versa per la propria quota, invece, in caso di più immobili si deve utilizzare un solo modello F24 comprensivo dell’intera imposta dovuta per tutti gli immobili siti nel Comune di Trieste.

Pagamento con bollettino postale

Con decreto del 23 maggio 2014 del Ministero dell’Economia e delle Finanze è stato approvato il bollettino di conto corrente postale per il versamento del tributo TASI. Il bollettino dedicato è reperibile presso qualsiasi ufficio postale. Il bollettino TASI deve essere compilato in ogni sua parte e le informazioni devono essere riportate in modo identico in ciascuna delle due sezioni. Il numero di conto corrente prestampato sui bollettini è unico e valido indistintamente per tutti i comuni del territorio nazionale. L’importo totale da versare deve essere arrotondato all’euro, fino a 49 centesimi si arrotonda per difetto, oltre 49 centesimi si arrotonda per eccesso. I dati anagrafici e fiscali devono essere riferiti al contribuente.

Modalità di pagamento

Il bollettino TASI può essere pagato in contanti, con carta di debito Postamat o attraverso Bancomat negli uffici postali presenti sul territorio nazionale, attraverso i canali telematici di Poste con addebito su conto corrente postale o carta di credito Visa o Mastercard e utilizzando la rete dei tabaccai convenzionati con ITB e autorizzati da Poste all’incasso dei bollettini.

Costi

Infine, per quanto riguarda il costo del servizio, è quello applicato al pagamento di un bollettino di conto corrente postale a seconda del canale utilizzato. La ricevuta di pagamento che verrà rilasciata attesta l’avvento pagamento ed assume valore di quietanza liberatoria per il contribuente.

Quando si paga?

Per l’anno d’imposta 2019 la TASI si paga in due rate:

  • la prima rata entro il 17 giugno 2019 in acconto, pari al 50% dell’imposta annua dovuta;

  • la seconda rata entro il 17 dicembre 2019 a saldo dell’imposta complessivamente dovuta per l’intero anno.

    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Spot
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...

Per maggiori informazioni visita il sito web del Comune di Trieste alla sezione dedicata Tributi/TASI.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus in Fvg: rallentano i contagi e i decessi, guarite 102 persone

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento