Meteo all'insegna della variabilità con possibili brevi e moderati temporali

Previsioni dell'Osmer Arpa Fvg: una vasta depressione estesa dall'Europa settentrionale al Mediterraneo occidentale interessa la nostra regione favorendo il passaggio di alcuni brevi e moderati fronti nei prossimi giorni

Martedì 8 novembre - Sui monti cielo nuvoloso con probabili locali precipitazioni; quota neve sugli 800-1000 m. Su pianura e costa cielo variabile e sarà possibile qualche locale pioggia, più probabile eventualmente ad est e sulla costa. Soffierà Bora moderata sulla costa.

Nelle ultime 24 ore la Bora ha fatto registrare una velocità di picco di 69 Km/h.

Mercoledì 9 novembre - Su tutta la regione al mattino bel tempo con cielo sereno o poco nuvoloso salvo nubi basse specie sul Tarvisiano. Gelate nei fondovalle, possibili localmente anche in pianura. Sulla costa Bora moderata in attenuazione. Dal pomeriggio aumento della nuvolosità ed in serata saranno possibili locali precipitazioni, nevose sui monti oltre gli 800-1000 m.

Giovedì 10 novembre - Cielo in prevalenza variabile; possibili banchi di nebbia nelle ore più fredde sulla bassa pianura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venerdì 11 novembre - Al mattino nuvolosità variabile con possibili locali precipitazioni; dal pomeriggio schiarite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Va a sbattere contro un cassonetto, brutto incidente in strada di Fiume

  • La Slovenia fa dietrofront: le frontiere apriranno gradualmente

  • La giunta "riscrive" il calendario delle feste: la Liberazione sarà il 12 giugno

Torna su
TriestePrima è in caricamento