Climatizzatore auto, come fare una corretta manutenzione

L'arrivo dell'estate e l'aumento delle temperature, fanno apprezzare la comodità dell'aria condizionata. E il comfort qui è anche sinonimo di sicurezza per la nostra salute. Scopriamo perché

Non manca molto all'inizio dell’estate, è, quindi, importante avere un condizionatore in buono stato per affrontare i torridi mesi estivi durante le ore di viaggio sulla nostra auto, magari bloccati dal traffico. Il condizionatore, come ogni altra parte della nostra automobile, va controllato e pulito periodicamente per garantire il suo corretto funzionamento e la salute delle nostre vie respiratorie. Ancor prima di ragionare sul come sia possibile rimuovere lo sporco che si è incrostato all’interno dei bocchettoni dell’aria, è importante sapere che c’è un primo dispositivo che si occupa del filtrare l’aria nel veicolo, ed è appunto detto filtro dell’auto. Questo filtro è solitamente posto in un vano all’interno del cofano, oppure direttamente all'interno dell’automobile, appena sotto i bocchettoni. Per avere aria sempre pulita da respirare, la prima cosa da fare è sostituire periodicamente il filtro dell’aria.

Quando e cosa controllare?

Risulta importante recarsi almeno una volta l’anno da un professionista che verificherà il funzionamento di tutte le sue parti e la sostituzione delle componenti usurate. In generale le operazioni da effettuare sono:

  • sostituzione o rabbocco del liquido refrigerante 
  • controllo del livello dell'olio nel compressore
  • sanificazione dell'impianto per rimuovere batteri e funghi
  • sostituzione filtro antipolline

Sostituzione filtro antipolline

Il filtro antipolline va pulito o sostituito una volta l'anno o ogni 15.000 km, seguendo anche il programma di tagliandi della nostra vettura. Il filtro inoltre va cambiato se si nota una ventilazione dell’auto debole, l’incremento di cattivi odori provenienti dal climatizzatore e vetri sempre più appannati. Il filtro non solo raccoglie il polline, ma cattura, anche, la polvere, lo sporco e le sostanze nocive presenti nell'aria e sulla strada.

Fai da te

Se abbiamo le giuste competenze è anche possibile ricorrere al fai da te. Sul mercato sono disponibili due tipologie di filtri, in fibra e/o carta (la tipologia più economica) e ai carboni attivi, più costosi ma anche più efficaci, perché vanno a rimuovere dall’aria numerose sostanza nocive per la nostra salute.

Sanificazione del climatizzatore auto

Un'altra operazione da effettuare durante la manutenzione dell'impianto di aria condizionata dell’auto è la rimozione di funghi, muffe e batteri che tendono facilmente a proliferare al suo interno. L'operazione può essere eseguita, anche in questo caso, ricorrendo al fai da te, acquistando prodotti specifici, disponibili sia in formato spray che in schiuma. Tali prodotti sono da applicare seguendo le indicazioni fornite dal produttore con l’impianto ed il ricircolo acceso, nell'alloggiamento del filtro antipolline e all’interno delle varie bocchette d'aria dell’auto. 

Pulizia e manutenzione climatizzatore auto a Trieste

Ecco alcune autofficine a cui potete rivolgervi per controllare e purificare l'impianto di aria condizionata della vostra auto:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

  • Coronavirus: rallentano i contagi in FVG, oggi 44 in più

Torna su
TriestePrima è in caricamento