Tipologie e caratteristiche impianto stereo, ecco come installarlo

L’impianto stereo dell’auto ci consente di sintonizzarci sui canali radio, di inserire cd da ascoltare durante lunghi viaggi e, con le ultime innovazioni tecnologiche, tanto altro ancora. Scopriamo come installare un nuovo impianto, i modelli e i prezzi

L’impianto stereo dell’auto, nato come un accessorio per i più appassionati, è diventato oggi un must per le nostre macchina. Ci consente di sintonizzarci sui canali radio, di inserire cd da ascoltare durante viaggi e spostamenti e, con le innovazioni tecnologiche, anche di collegare chiavette usb, cellulari, iPod ed mp3 tramite i rispettivi cavi oppure in bluetooth. Molti veicoli moderni hanno sistemi multimediali che comprendono navigatori satellitari, schermi video, dispositivi di infotainment, lettori CD/MP3/DVD.

Scelta dell’impianto stereo, cosa confrontare

  • Altoparlanti: indica il numero di altoparlanti inclusi nel impianto stereo;

  • Subwoofer: indica il numero di subwoofer inclusi nel singolo modello;

  • Amplificatori: indica il numero di amplificatori inclusi impianto;

  • Wattaggio complessivo: la potenza complessiva richiesta per il funzionamento di tutti i componenti presenti.

Prezzi

Non è possibile stabilire un prezzo per quanto riguarda l’acquisto e l’installazione di un impianto audio per auto completo, dato che questi dipendono da molti fattori come marca, potenza, funzioni, quantità di altoparlanti, livello di fedeltà del suono e così via. Sono tre gli elementi al cui variare varia anche il prezzo, nonché il valore, del singolo modello di impianto stereo: 

  • il numero di altoparlanti inclusi nel modello;

  • il numero complessivo di amplificatori presenti nel modello;

  • il numero di subwoofer del modello, dato che spesso ci si trovano dei doppi subwoofer.

Attenzione alle combinazioni di suoni

Dovete prestare grande attenzione alla simbiosi tra i gradi di suono, e in specie tra la potenza dei bassi prodotti dai subwoofer e quella dei suoni di frequenza più elevata. 

Come creare un impianto stereo auto

Per limitare il costo, senza rinunciare a possedere un impianto stereo sulla propria vettura, è possibile costruirlo con il fai da te. Bisogna considerare che nelle vetture gli altoparlanti dispongono di alloggiamenti già predisposti nelle portiere e la macchina, in generale, è piena di pezzi che vibrano. Queste parti, quando il volume diventa troppo alto, iniziano a produrre vibrazioni che tendono a sporcare il suono. Per tale ragione, bisognerebbe effettuare una adeguata insonorizzazione delle porte, smontando i pannelli e applicando del materiale fonoassorbente.

Struttura dell’impianto stereo 

L’impianto stereo si divide in due fronti:

  • il fronte anteriore (FA) comprende due tweeter, ovvero altoparlanti di piccole dimensioni che hanno il compito di riprodurre gli acuti, e due woofer, i quali riproducono i toni medi e bassi e la eventuale voce del cantante.

  • Il fronte posteriore (FP) comprende invece altri due woofer, nonché un subwoofer, il quale riproduce i suoni bassi più duri e va posizionato nel bagagliaio.

Tipologie di subwoofer

Essi si differenziano in base al tipo di alimentazione. Il subwoofer attivo comprende, già nella sua cassa, l’amplificatore. Il subwoofer passivo, al contrario, non include l’amplificatore nella sua cassa, dunque è necessario montarne uno perché possa suonare. Si distinguono, inoltre, in base al timbro e al modo di suonare. Il subwoofer veloce riproduce battiti scanditi da pause ridottissime, mentre il subwoofer lento riproduce battiti scanditi da pause più significative. Poi, il subwoofer morbido presenta un battito molto dolce e il subwoofer duro, al contrario, un battito deciso, secco e perentorio.

Come installare un impianto stereo auto

Per installare un impianto stereo sull’auto bisogna tenere in considerazione che ogni amplificatore richiede un cavo di alimentazione, uno per la messa a terra e un cavo remote. Con un singolo cavo, è possibile collegare più amplificatori a uno stesso remote. Il cavo di alimentazione, il più grosso, va collegato dalla batteria al blocco di distribuzione. I cavi in uscita dal blocco di distribuzione vanno poi connessi ai vari amplificatori, assicurandosi che ciascuno di questi ultimi abbia la sua messa a terra. Per connettere i subwoofer, invece, occorre usare un amplificatore da 1000W RMS a 1 ohm. Tutti i subwoofer vanno collegati agli stessi terminali dell’amplificatore. In seguito, le casse da medi e da alti vanno connesse allo stesso cavo di alimentazione e alla medesima messa a terra. Tutte le casse vanno poi collegate alle casse preesistenti dell’auto. 

Consigli

Rivolgetevi al vostro rivenditore o elettrauto di fiducia per studiare la soluzione più adatta. Se si ha un budget limitato si possono trovare ottime proposte a prezzi contenuti online. Un’alternativa potrebbe essere l’acquisto di un impianto stereo usato, ottimo nelle prestazioni e con un prezzo non eccessivo.

Dove installare il tuo impianto stereo a Trieste

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

Torna su
TriestePrima è in caricamento