Quando sostituire gli ammortizzatori auto? Guida sulle funzioni e la manutenzione

Spesso è una componente molto sottovalutata ma, in realtà, è necessario verificare con una cadenza regolare che gli ammortizzatori auto svolgano correttamente la loro funzione, per evitare di correre il rischio di incidenti o altri problemi

Quando parliamo di auto nominiamo molte volte degli elementi fondamentali per una giusta guida, ma pochi ne conoscono davvero struttura e funzione, stiamo parlando degli ammortizzatori auto, da non confondere con le sospensioni. Spesso è una componente molto sottovalutata ma in realtà è necessario verificare con una cadenza regolare che gli ammortizzatori svolgano correttamente la loro funzione, per evitare di correre il rischio di incidenti o altri problemi.

Differenza tra ammortizzatori e sospensioni

Le sospensioni e gli ammortizzatori collaborano per rendere la nostra guida piacevole e fluida, scopriamo la loro funzione: 

  • Le sospensioni sono componenti elastiche, generalmente a forma di molla, che collegano il telaio dell’auto alle ruote. In pratica, servono ad assorbire tutte quelle sollecitazioni provenienti dal terreno (buche, dossi e varie asperità) che verrebbero trasmesse direttamente all’interno della carrozzeria.

  • Gli ammortizzatori sono elementi a forma di cilindro collegati alle sospensioni. Le molle delle sospensioni, dopo aver ricevuto una sollecitazione, tendono a tornare allo stato inziale in modo brusco, quindi il movimento delle stesse è attenuato dall’ausilio degli ammortizzatori. 

Come sono fatti gli ammortizzatori?

Gli ammortizzatori sono costituiti da due camere cilindriche una dentro l’altra e da un pistone (solidale con uno stelo direttamente collegato alla scocca dell’auto) che scorre in quella più interna. Quest’ultima è piena di un liquido oleoso (fluido idraulico) dentro al quale scorre il pistone. Quando la ruota si abbassa o si solleva in seguito ad una buca o a un dosso, l’ammortizzatore si allunga o si comprime, costringendo l’olio in esso contenuto a passare fra le due camere, sottoponendo il pistone ad una forte resistenza, che ne rallenta il movimento, rendendolo più graduale. 

Ammortizzatori auto, l’importanza di farli controllare e sostituire

Gli ammortizzatori con il tempo tendono ad usurarsi, ecco alcuni accorgimenti per capire quando sostituirli

  • Il volante tende a vibrare.

  • L’efficienza frenante dell’auto è ridotta.

  • Hai minor controllo in curva.

  • L’auto slitta su fondo bagnato, anche a basse velocità.

  • I pneumatici si stanno usurando velocemente.

Consigli per controllare personalmente gli ammortizzatori della propria auto

Si può provvedere personalmente al controllo degli ammortizzatori in modo semplice e veloce, utilizzando un compressore per molle ammortizzatori. Per prima cosa parcheggiamo la macchina in un luogo dove non ci siano rilievi per terra. Osserviamo la parte anteriore della macchina e misuriamo l’altezza della gomma dal suolo. Se tale altezza è minima o quasi nulla è necessario sostituire gli ammortizzatori. Un altro consiglio è quello di verificare sempre la presenza di liquidi accanto ai montanti o agli ammortizzatori. Se dovessero esserci, allora è il caso di rivolgersi a una persona esperta. 

Autofficine per effettuare la manutenzione della tua auto a Trieste

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento