Guardrail intelligenti, cosa sono e quando verranno utilizzati?

Lo scorso 17 maggio 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto 'salvamotociclisti'. Si tratta di un decreto che, tra le tante novità, prevede l'installazione dei guardrail intelligenti. Scopriamo cosa sono

Se tra i principali obiettivi del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti c'è quello di diminuire gli incidenti mortali su strada, non possiamo non tenere in considerazione un'innovativa idea che potrebbe permettere di limitare questi ultimi, garantendo una maggiore sicurezza stradale. Stiamo parlando dei guardrail intelligenti.

Cosa sono?

Realizzato dall'azienda sudcoreana «Eti Korea», questo nuovo modello di guardrail è in grado di assorbire lo schianto e rimettere in carreggiata il veicolo.
L'innovativa struttura di "ETI Roller System CE H1" - questo il nome della barriera di contenimento - è composta da tamburi plastici rotanti che, al momento dell'impatto con un automezzo, sono in grado di assorbirne il colpo e condurre il veicolo verso la strada.

Il decreto 'salvamotociclisti'

Lo scorso 17 maggio 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto 'salvamotociclisti'. Questo, però, entrerà in vigore solo 180 giorni dopo la pubblicazione. Si tratta di un decreto che, tra le tante novità, prevede in primis, per salvaguardare i motociclisti dai cosidetti guardrail ghigliottina, che hanno causato la morte di tante persone coinvolte in incidenti in sella alla loro due ruote, l'installazione dei guardrail intelligenti. In corrispondenza di alcuni tratti di strada critici verranno installati  questi dispositivi salvavita, delle barriere con una superficie continua sia in senso orizzontale che verticale per un'altezza di almeno 80 cm dal piano di strada. Tali disposizioni entreranno in vigore solamente a partire da maggio 2020, circostanza che però appare assai difficile, in quanto il problema principale consiste nel reperire i fondi per poter attuare queste nuove disposizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento