Muggia, la cenerentola della "Lampedusa del nord"

Sicurezza sui confini di Muggia, il commento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Non possiamo che ringraziare i politici che si sono interessati recentemente alla protezione dei confini di Trieste con la Slovenia. La Meloni ha chiamato con un commento centrato il FVG la Lampedusa del Nord. Noi, gia giorni fa , abbiamo inviato un articolo a Trieste Prima che gentilmente lo ha pubblicato, rigurdo ad un cento migranti presso Lazzaretto, in Slovenia,ed abbiamo gia´ allora chiamato invece Muggia, non il FVG , la Lampedusa del Nord. Lasciateci informare il FVG sui molti piccoli confini colabrodo apparentemente insignificanti , e conseguentemente trascurati , della cittadina rivierasca con la Slovenia ,dai quali gia´da anni , avvistato dai cittadini,c´e´ un flusso esiguo ma permanente di migranti . Con la rotta balcanica, in realta´ mai smessa, se ne prevede un significativo aumento, con la riduzione degli sbarchi nel Mediterraneo del Sud. Ad un km dal centro ,da via D´ Annunzio, semi centrale, ecco i valichi rurali di via dei Crevatini, via dei Pisciolon,via dei Pianezzi, via dei Mulini. Segue S. Barbara, S. Colomban, Lazzaretto. Poi : Plavije e Rabuiese. Inoltre il rischio del nuovo insediamento a Debelem, un confine aperto col bus italiano nr .7 immediatamente sul confine. Una cittadina di 25.000 abitanti, gia oberata dal commercio di droga,aumentato dall´ accoglienza ad Afghani e Pakisthani nel Triestino, che continua a subire continui passaggi soprattutto notturni, di migranti provenienti dai paesi dell Est. Una passeggiatina amena , e tutta in discesa e, poof!.. tutti a Muggia per l´ aperitivo e...altro! Rifrasiamo: Muggia, la Lampedusa del Nord! Abbiamo bisogno di aiuto per la nostra sicurezza! O verremo chiamati, ancor peggio, Muggia ,la Cenerentola della Lampedusa del Nord! Julie McDonald

Torna su
TriestePrima è in caricamento