Agenda digitale: banda ultra larga, priorità a imprese e famiglie

Trieste, 18 feb - Dare priorità a imprese e famiglie nella distribuzione dei voucher legati alla diffusione della banda ultra larga.

E' la strategia che la Regione Friuli Venezia Giulia ha proposto oggi a Roma nella riunione della Commissione speciale per l'Agenda digitale della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, coordinata a livello nazionale dall'assessore del Friuli Venezia Giulia ai Servizi generali e Sistemi informativi.

Per un'efficace distribuzione degli incentivi destinati a favorire la connessione veloce, il Friuli Venezia Giulia ha indicato prioritariamente alcune tipologie d'impresa: quelle virtuose con livelli di produzione e assunzioni in crescita, le aziende impegnate in ricerca e sviluppo, le start-up innovative e l'imprenditoria femminile e giovanile. Un'attenzione particolare dovrà essere riservata, inoltre, ad alcune zone del territorio come le aree interne e quelle montane, oltre ai piccoli Comuni con meno di 5mila abitanti.

Secondo il piano della Regione si dovrà tener conto poi dei nuovi insediamenti di imprese e professionisti, delle dimensioni aziendali, delle realtà che sorgono nei distretti produttivi e nei consorzi di sviluppo economico e di quelle che operano nelle cosiddette aree di specializzazione intelligente che in Friuli Venezia Giulia riguardano il settore alimentare, la metalmeccanica, il sistema casa/mobile, le tecnologie marittime, la smart-healt e le imprese culturali.

Le proposte del Friuli Venezia Giulia, insieme a quelle avanzate da altre Regioni, saranno all'ordine del giorno nella prossima riunione del Comitato Banda Ultra Larga (Cobul), in programma a Roma il 25 febbraio.

La Commissione Agenda digitale si è occupata anche dello stato di avanzamento di PagoPA, il sistema di riscossione di cui si stanno dotando tutte le pubbliche amministrazioni, delle iniziative legate alla Settimana per l'Amministrazione aperta #SAA2020 in programma dal 2 all'8 marzo 2020 e della collaborazione al progetto ministeriale "Repubblica Digitale" destinato a colmare il gap informatico del Paese. ARC/CCA/gg



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento