Enti locali: Roberti, 2,4 mln euro spazi assunzionali per i Comuni

Udine, 8 nov - "Nella prossima riunione di Giunta stabiliremo di cedere gli spazi assunzionali che l'Amministrazione regionale ha inteso risparmiare in questo anno di mandato, corrispondenti a un valore di 2,4 milioni di euro, mettendoli a disposizione del sistema integrato degli enti locali".

Lo ha anticipato l'assessore alle Autonomie locali del Friuli Venezia Giulia, Pierpaolo Roberti, concludendo la tavola rotonda "Scenari e prospettive di sviluppo dei servizi finanziari e delle competenze strategiche nel contesto finanza locale", inserita nella giornata finale del corso di perfezionamento per i responsabili finanziari e i revisori degli enti locali organizzato da Università di Udine, Anci e NextPa nel polo giuridico di Udine.

Nel suo intervento, l'assessore ha richiamato la nuova stagione, di portata storica, che si è aperta con il recepimento della norma di attuazione dello Statuto speciale della Regione Friuli Venezia Giulia in materia di coordinamento della finanza pubblica e il riconoscimento da parte dello Stato del sistema integrato degli enti locali che, di fatto, inaugura una nuova cultura dei rapporti istituzionali e politici tra Regione ed enti locali, oltre a una nuova prassi, soprattutto organizzativa e gestionale, basata sulla sinergia, sulla collaborazione e sull'impegno di ognuno per il risultato della squadra nel suo insieme.

"Si tratta - ha affermato Roberti - di un fatto di grande valenza politica, un passo che si è provato a compiere molte volte negli anni scorsi e che, concretamente, dà sostegno all'autonomia. Con questo nuovo strumento, infatti, avremo modo di calibrare le imposizioni fiscali e gestire le politiche di sviluppo sul territorio in quanto - ha sottolineato - poter agire in un sistema integrato permetterà di tirare i cordoni della borsa da una parte per poi investirli, ad esempio, per dotare di personale ove sia necessario".

Roberti non ha nascosto che "gli uffici finanziari sguarniti sono effettivamente una criticità da risolvere" e che la Regione deve dotare di strumenti necessari gli enti locali.

"Alcuni di questi li cerchiamo di mettere in campo con la riforma degli enti locali, altri, come gli spazi assunzionali, saranno a breve a disposizione. Partiremo da subito con le priorità in attesa di regolamento", ha anticipato Roberti.

Concludendo l'intervento, l'assessore ha voluto rimarcare come anche la figura dei revisori dei conti sia centrale, ricordando che quest'anno, nella legge di Stabilità, la Regione ha finanziato percorsi di formazione per i quattro ordini professionali con programmi da condividere e da aprire anche ai responsabili finanziari.

Nella tavola rotonda, moderata dal direttore del dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche Uniud, Andrea Garlatti, sono intervenuti Salvatore Campo (Regione Fvg), il presidente dell'Anci Fvg, Dorino Favot, il sindaco di Gemona, Roberto Revelant, e la vicedirettrice di ComPa, Milena Grion. ARC/EP/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Imprese: Bini, con nuova legge sarà rafforzato ruolo Confidimprese Fvg

  • Imprese: Bini, SviluppoImpresa riformerà accesso al credito

Torna su
TriestePrima è in caricamento