Salute: Riccardi, riforma anche per dializzati e trapiantati

Palmanova (Ud), 20 ott - "E' necessario redistribuire le risorse economiche, riorganizzare il sistema sanitario e le competenze per salvaguardare il servizio pubblico, continuare ad offrire a tutti i cittadini gli stessi diritti di salute e anche per dare quelle risposte che oggi l'associazione nazionale emodializzati dialisi e trapianto (Aned) Friuli Venezia Giulia chiede".

Ad affermarlo è stato, oggi, il vicegovernatore con delega alla salute del Fvg Riccardo Riccardi durante il suo intervento a Palmanova all'assemblea regionale dell'Aned in cui sono state sollevate alcune istanze, fra cui la richiesta di un'equipe chirurgica dedicata per i trapianti di rene e di una guardia di nefrologia in corso di dialisi nel distretto di Codroipo dove non ci sono strutture di emergenze attive.

Riccardi ha sottolineato l'impegno dell'amministrazione regionale sui problemi posti che potrebbero trovare soluzione anche grazie ai nuovi assetti organizzativi e alla redistribuzione di risorse e competenze.

Nel suo intervento, l'esponente della Giunta Fedriga ha voluto, inoltre, sottolineare la vocazione al dono di organi che insiste nel Friuli Venezia Giulia e il miglioramento, rispetto al calo del 2018, della situazione dei trapianti rimarcando tuttavia la necessità di compiere delle scelte in tema di salute.

"Abbiamo una vocazione importante al dono, figlia della radice culturale di questa terra: dal 1993 al 2018 i trapiantati sono stati 1000 e nonostante le flessioni dello scorso anno, oggi sono 41 i trapianti di rene e 21 quelli di fegato. Risultati conseguiti grazie ad un importante lavoro di tutti i portatori di interesse" ha spiegato Riccardi sottolineando, comunque, l'urgenza di compiere delle scelte in tema di salute.

"Siamo la seconda regione in Italia in termini di invecchiamento e la diciottesima in termini di natalità, il bilancio che la Regione mette a disposizione del sistema salute è di 3 miliardi di euro su 5 e sono 500.000 i cronici. Noi operiamo in questo contesto e anche questi numeri danno evidenza della necessità di riformare la sanità. Dobbiamo specializzare i mandati per non chiudere gli ospedali minori - ha aggiunto - e costruire reti per redistribuire risorse e competenze mettendo al centro il distretto che ci consentirà di dare anche quelle risposte che voi chiedete".

Fra i punti inseriti nella relazione del segretario regionale Aned-Fvg, Leo Udina, la preoccupazione per i problemi causati al Centro regionale trapianti (Crt) di Udine a seguito dei criteri nazionali stabiliti con il nuovo algoritmo per l'assegnazione dei reni per tutte le regioni italiane.

Durante l'assise un richiamo è andato alla battaglia di Aned volta ad incrementare il trapianto da donatore vivente a paziente attraverso campagne info-educative.

Quanto ai numeri, al 31 dicembre 2018 in Fvg, si registrano 265 posti tecnici di dialisi, 1018 pazienti in trattamento di emodialisi, 211 pazienti in trattamento di dialisi peritoneale, 150 pazienti in lista di trapianto renale, 614 pazienti portatori di trapianti renale, 10.000 pazienti in ambulatorio di nefrologia. ARC/LP/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Volontariato: Roberti, ancora autoemoteca presso le sedi istituzionali

  • Maltempo: Fedriga, Regione pronta ad affrontare l'allerta

  • Protezione civile: Riccardi, ulteriori risorse per sede di Verzegnis

  • Maltempo: Riccardi in sopralluogo in elicottero, monitoraggio continuo

  • Att. produttive: Bini-Zilli, Pelfa esempio oculatezza imprenditori Fvg

  • Prot. civile: Riccardi, allerta rossa. Convocato il comitato di crisi

Torna su
TriestePrima è in caricamento