Unità nazionale: Riccardi, celebrare memoria è lezione importante

Sedegliano (Ud), 10 nov - "Ricordare la generosità, lo spirito di sacrificio di chi è caduto per garantire la libertà e la pace per il nostro Paese rappresenta una lezione importante, da non dimenticare, in un tempo in cui, troppo facilmente, scordiamo ciò che la storia ci ha insegnato".

Lo ha detto il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, oggi a Sedegliano dove è stata celebrata la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, istituita per commemorare la vittoria italiana nella Prima Guerra Mondiale e per ricordare i caduti delle guerre.

Dopo l'alzabandiera e la deposizione della corona d'alloro al monumento ai Caduti in piazza Roma sono interventi il primo luogotenente Franco Minusso dei Lancieri di Novara, scrittore e storico della Prima Guerra Mondiale seguito dal discorso commemorativo del sindaco del Comune di Sedegliano Dino Giacomuzzi e dall'intervento di Riccardi che ha evidenziato anche i collegamenti con i 30 anni dalla caduta del muro di Berlino ed espresso soddisfazione per la scelta di Udine quale sede dell'adunata nazionale degli Alpini nel 2021.

"Si tratta di avvenimenti legati dal desiderio di libertà nel caso dell'abbattimento del muro di Berlino nel 1989 e dalla difesa della pace nel caso degli Alpini che potremo celebrare con orgoglio a Udine - ha aggiunto a margine -. Un'occasione per rendere omaggio a chi in tempo di pace ha aiutato e aiuta le popolazioni e si è sempre speso per difendere la Patria".

"Il passato ci insegna molto se siamo aperti alla sua lezione - ha concluso Riccardi -; una lezione che dobbiamo continuare con tenacia a tramandare. La giornata di oggi contribuisce a tenere viva la memoria affinché la riflessione che ne consegue sia utile per le scelte che ognuno di noi deve compiere quotidianamente". ARC/LP/ep
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Imprese: Bini, con nuova legge sarà rafforzato ruolo Confidimprese Fvg

  • Imprese: Bini, SviluppoImpresa riformerà accesso al credito

Torna su
TriestePrima è in caricamento