Alternativa Tricolore: «Intitolare una strada in ogni città alle vittime dei migranti»

È quanto richiede Alternativa Tricolore: «Non si tratta di pura demagogia ma di piccolo gesto per tenere viva la memoria di queste persone morte per la violenza da parte di quelli che continuano a sbarcare sulle nostre coste»

«Ormai non fa più notizia, purtroppo le vittime dei migranti sono all'ordine del giorno, ma la cosa che più ci fa rabbia è il fatto che sono le stesse istituzioni a dimenticare». È quanto richiede  Luigi Cortese, Segretario Nazionale di Alternativa Tricolore.

«Per questo motivo- continua la nota - , in questi giorni, tutte le Federazioni di Alternativa Tricolore presenteranno nei rispettivi comuni la richiesta di intitolazione di una strada, piazza o giardino alle VITTIME DEI MIGRANTI».

«Non si tratta di pura demagogia - spiega Cortese - , ma di un piccolo gesto per tenere viva la memoria di queste persone morte per  la violenza e il non rispetto delle regole da parte di quelli che continuano a sbarcare sulle nostre coste, siamo in piena emergenza ma per le istituzioni questa emergenza viene additata come xenofobia».

«L'Italia non è mai stato un paese razzista - sottolinea la nota - , se oggi il sentimento di rabbia sta crescendo è colpa di chi dovrebbe vigilare e non lo fa, siamo vittime dei nostri stessi governanti che ci hanno svenduto per il vile denaro, denaro che incassano grazie alle loro associazioni e cooperative che guadagnano dall'affare IMMIGRAZIONE».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Noi di Alternativa Tricolore - conclude la nota chiediamo l'intervento dell'ANCI, nella persona del suo Presidente On. Fassino, perché questa nostra richiesta sia supportata ed accolta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Va a sbattere contro un cassonetto, brutto incidente in strada di Fiume

  • La Slovenia fa dietrofront: le frontiere apriranno gradualmente

  • La giunta "riscrive" il calendario delle feste: la Liberazione sarà il 12 giugno

Torna su
TriestePrima è in caricamento