Antenne a Muggia, Delconte-Rizzetto (FdI): «Nessuno ascolta i residenti»

Il candidato al Consiglio regionale e il deputato FdI hanno effettuato un sopralluogo a Chiampore

«La sinistra nicchia sulle antenne. Nel corso degli anni invece che risolvere il problema a Chiampore, lo ha solo "delocalizzato", come le stesse antenne, nel sito archeologico di Elleri a Santa Barbara. Un sito tutelato e dove nessuno può muovere un chiodo, l'unica cosa che si è potuta costruire, in sfregio ad ogni logica ambientale, paesaggistica e turistica, è stata una enorme antenna. Semplicemente paradossale».

Nicola Delconte, candidato di Fratelli d'Italia al Consiglio regionale alle prossime elezioni del Friuli Venezia Giulia, ha interessato il parlamentare del suo partito Walter Rizzetto della situazione di Chiampore: «Buttato al vento il precedente accordo tra comune e proprietario che prevedeva lo spostamento dell'orrendo manufatto entro 18 mesi dalla messa in funzione, per la solita incapacità del Comune di gestire accuratamente le cose (d'altronde l'assessore "competente" è la stessa che ha ideato il porta a porta ), tutto rimane dov'è in attesa che qualcuno (Regione, Comune, Sopritendenza o qualche altro illuminato geniale tecnico ) trovi un sito alternativo».

«Ovviamente nessuno ascolta i residenti - continua Delconte - che conoscono meglio di chiunque altro da generazioni il loro territorio. Ma l'aspetto più pericoloso è che una volta scelto un altro idoneo sito, senza le adeguate e mi auguro milionarie fideiussioni, come giustamente chiedono i residenti, venga costruita un altra antenna e che la prima non venga tolta di mezzo. Con questo assessore che ha ampiamente dimostrato di non essere in grado di gestire partite molto più semplici non si può rimanere tranquilli. Ringrazio l'onorevole Rizzetto che ha ascoltato i residenti e si è messo a disposizione per continuare a combattere assieme a noi questa lunghissima battaglia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ritengo che vivere in mezzo alle antenne, in un momento dove si parla, fortunatamente, sempre di più di qualità della vita, sia veramente una cosa assurda ed anacronistica - ha sottolineato Rizzetto -. Ho trascorso un paio di ore nella bellissima Muggia ed ho toccato con mano il disagio dei cittadini: dal sito archeologico alle vie interne della cittadina ho visto moltissime antenne. Penso che la moderna tecnologia unita al buon senso degli amministratori possano trovare entro poco tempo delle valide soluzioni. Per quanto mi riguarda mi impegno a capirci di più sin da ora interpellando i ministeri competenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Non solo transfrontalieri: chi può entrare in Slovenia dal 26 maggio

  • Un aiuto per pagare l'affitto: al via il bando del Comune

  • Sparatoria a Nova Gorica, coinvolte più persone

Torna su
TriestePrima è in caricamento