Arresto immigrati per spaccio, Fedriga: «Irresponsabilità Pd compensata da Forze dell'Ordine»

Lo dichiara il capogruppo alla Camera e segretario della Lega Nord Fvg Massimiliano Fedriga a margine dell'operazione condotta dalla Polizia che ha portato all'arresto di sei richiedenti asilo afghani per traffico di sostanze stupefacenti

«Un plauso all'egregio lavoro delle forze dell'ordine, costrette a combattere non solo contro la criminalità organizzata ma anche contro i tagli alla sicurezza imposti dalla sinistra».

Lo dichiara il capogruppo alla Camera e segretario della Lega Nord Fvg Massimiliano Fedriga a margine dell'operazione condotta dalla Polizia che ha portato all'arresto di sei richiedenti asilo afghani per traffico di sostanze stupefacenti.

«L'ennesima dimostrazione - spiega il deputato - dei danni prodotti dal lassismo della sinistra che, attraverso la mancata regolamentazione dei flussi migratori, consente a delinquenti di ogni genere di arrivare nel nostro Paese».

«Fortunatamente l'irresponsabilità del Partito Democratico viene compensata dal grande lavoro delle forze dell'ordine che, a dispetto dei tagli al personale e ai mezzi, riescono comunque a condurre in porto operazioni volte a ripristinare la legalità e la sicurezza sul territorio».

«A essi va dunque il mio ringraziamento - conclude Fedriga - per quel profondo senso dello Stato che anima ogni loro intervento e che invece risulta assente nella coalizione di governo tanto a livello nazionale quanto regionale».

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Grande Massimiliano .... futuro Presidente della Regione !

Notizie di oggi

  • Sport

    Ecco il nuovo logo della Pallacanestro Trieste

  • Cronaca

    Migranti, Roberti e la "questione" della sicurezza

  • Sport

    Calendario Triestina, l'ennesima fumata nera

  • Cronaca

    Controlli Polizia Ferroviaria, il report

I più letti della settimana

  • Motoscafo in fiamme ai Filtri: pilota a Cattinara (FOTO e VIDEO)

  • Claudio Martinuzzi, il campione che Trieste ha dimenticato

  • Trovato cadavere in Gretta, ipotesi omicidio

  • Omicidio di Gretta, in carcere il novantenne che viveva con Vazzano

  • Febbre del Nilo: primo caso a Pordenone

  • I fuochi di Ferragosto si faranno comunque

Torna su
TriestePrima è in caricamento