Artigianato in Fvg: -0,7% nel 2010

Nel 2010 il sistema artigianale del Friuli Venezia Giulia ha retto. Il  saldo tra iscrizioni e cessazioni agli albi provinciali e' stato negativo, ma limitato a poco piu' di 200 unita' (-0,7%) nello stock delle 30 mila imprese del comparto...

Nel 2010 il sistema artigianale del Friuli Venezia Giulia ha retto. Il saldo tra iscrizioni e cessazioni agli albi provinciali e' stato negativo, ma limitato a poco piu' di 200 unita' (-0,7%) nello stock delle 30 mila imprese del comparto regionale.

Lo ha reso noto stamani a Trieste il presidente regionale della Confartigianato, Graziano Tilatti, tracciando, affiancato dai rappresentanti provinciali, un bilancio del 2010 e auspicando ''che il 2011 sia l'anno della svolta, puntando allo sviluppo''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'occupazione ha tenuto, ha spiegato Tilatti ''spesso grazie ai sacrifici anche personali degli imprenditori artigiani, senza registrare grandi scossoni''.

''Degli 85.000 addetti occupati mediamente nell'artigianato regionale prima della crisi - ha osservato Tilatti - circa 78.000 hanno finora resistito alla fase di recessione, con una flessione che nel 2010 si e' mantenuta attorno al 5%''.

''Il dato, letto nel contesto di un 2010 che ha visto il record del ricorso agli ammortizzatori sociali nell'ultimo quarantennio - ha evidenziato il presidente - sottolinea gli sforzi fatti dal settore per preservare le proprie risorse occupazionali''.

Tilatti ha ringraziato i sindacati e l'Amministrazione regionale, a cui ha rivolto l'invito affinche' ''sia sempre
vicina alle imprese, soprattutto le medie e piccole, a difesa del lavoro vero, contro la burocrazia e l'abusivismo''.

Tra le richieste della Confartigianato regionale anche l'azzerarento dell'Irap per le piccole imprese del FVG.

''Apprezziamo la decisione inserita nella Finanziaria 2011 di 'alleggerire' l'Irap per le piccole imprese che hanno dipendenti - ha detto Tilatti -. Si tratta di un passo importante di cui sottolineiamo non solo il significato economico ma anche politico: si tratta di un'attenzione concreta nei confronti della piccola impresa e dell'artigianato''.

Parlando dello studio per l'applicazione del federalismo in Friuli Venezia Giulia elaborato dal consulente del Ministro Tremonti, Luca Antonini, Tilatti ha evidenziato che ''se questa proposta viene avanzata, pur in sede tecnica, ma da un consulente del Governo nazionale, noi riteniamo che esistano le
condizioni per verificarne la concreta attuazione in regione''.

Tra le proposte avanzate per il 2011, Tilatti ha ricordato il recepimento della Carta europea della piccola impresa, la tracciabilita' dei flussi in edilizia, il Sistri (Sistema di Tracciabilita' dei Rifiuti), il problema dei bandi per l'innovazione prorogati e lo sblocco dei 'freni' alle imprese edili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tutti i nuovi contagi sono fuori Trieste, nessun decesso in Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento