Ater, Giacomelli (FdI): «Interrogazione su possibile sfratto via Margherita»

«Ci troviamo di fronte a persone, per lo più anziane, che potrebbero ritrovarsi in strada da un giorno all'altro»

Il capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio regionale, Claudio Giacomelli, presenterà un'interrogazione sull'attuale situazione dei condomini di via Margherita, a Trieste, che rischia di lasciare per strada decine di persone. «La situazione è molto delicata - avverte Giacomelli - ci troviamo di fronte a persone, per lo più anziane, che potrebbero ritrovarsi in strada da un giorno all'altro».

La burocrazia

«La vicenda, anche dal punto di vista burocratico, risulta essere molto complessa - spiega Giacomelli - in quanto le competenze, con l'abolizione delle Province, sono passate alla Regione e successivamente all'ATER, che ha intimato agli inquilini di firmare un contratto entro il 10 di agosto».

Giacomelli (FdI): "Gli stranieri accederanno ai bandi Ater solo dopo 5 anni"

L'interrogazione

D'altro canto, anche gli interessati, rivendicano la proprietà sulle abitazioni in base ad accordi con l'ex Provincia. Il caso verrà portato in Consiglio regionale, grazie a un'interrogazione tesa a scongiurare lo sfratto: «Le istituzioni hanno il dovere di tutelare queste persone. Finché non sarà fatta luce sulla vicenda - conclude il capogruppo di FdI/An - non è ammissibile che vengano cacciate di casa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • "Liberata dall'occupazione jugoslava nel '54", Jerry Scotti fa confusione sulla storia di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento