Benzina agevolata, Scoccimarro: "Nuova azione per salvare sconti regionali"

L'assessore regionale, nel corso dell'incontro con il sottosegretario di Stato agli Affari europei, Luciano Barra Caracciolo, che si è dichiarato "disponibile a sostenere la linea difensiva adottata dalla Regione, che risulta assolutamente lecita"

La contestazione della Commissione europea davanti alla Corte di Giustizia per violazione della direttiva sulla tassazione dei prodotti energetici, con la quale si chiede all'Italia di abbandonare il regime agevolato previsto dalla legge regionale 14 del 2010, che consente ai residenti del Friuli Venezia Giulia di usufruire della riduzione del prezzo finale del carburante. È stato questo il tema affrontato dall'assessore regionale ad Ambiente ed Energia, Fabio Scoccimarro, nel corso dell'incontro odierno con il sottosegretario di Stato agli Affari europei, Luciano Barra Caracciolo.

Benzina agevolata, Scoccimarro: "Pronti a difenderci dall'Europa"

Massima disponibiità

In merito, Scoccimarro ha rimarcato "di aver trovato da parte del sottosegretario e degli uffici preposti massima disponibilità per sostenere la linea difensiva adottata dalla Regione, che risulta assolutamente lecita". L'assessore ha quindi precisato che "le Avvocature della Regione e dello Stato ora predisporranno una memoria per tutelare l'autonomia del Friuli Venezia Giulia e, contestualmente, l'economia dell'area di confine. Inoltre, nei prossimi giorni, assieme all'assessore Fvg alle Finanze, Barbara Zilli, incontreremo i principali portatori d'interesse coinvolti nella vicenda e creeremo un tavolo di confronto con tutti gli addetti ai lavori al fine di valutare le contromisure da mettere in atto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento