«Cacciamoli a calci in c**o dal Silos», Tuiach ci ripensa: «Sono un consigliere e ho scritto una mozione»

Il consigliere comunale della Lega Nord chiede «al sindaco di trovare un accordo con la prefettura per riprenderci la zona»

«Qualche anno fa si andava al Silos e si cacciava via gli spacciatori clandestini che sono armati di spranghe a calci in c**o! Io sono in piena forma e non ho paura di nulla, quando andiamo a trovarli?».

Questo il post Facbook di Fabio Tuiach, consigliere comunale della Lega Nord, in merito ai fatti avvenuti a inizio setitmana nella zona abbandonata dietro la Stazione centrale: come noto, alcuni cittadini sono andati al Silos per un "confronto" con i profughi all'interno, trovando questi armati di sprange. Un post sopra le righe, d'impeto, che però poi l'esponente salviniano media poche ore dopo: «Ok amici avete ragione, ogni tanto dimentico che sono un consigliere comunale e non posso chiedere di andare a prendere a calci in c**o gli spacciatori!».

«Ora preparo una mozione per chiedere al sindaco di trovare un accordo con la prefettura per riprenderci la zona del Silos. A causa dell'immigrazione clandestina la droga è in aumento tra i giovanissimi e visti i numerosi arresti sappiamo tutti che quel posto è un grosso problema - continua Tuiach -. Qualche clandestino vive lì da anni fuori dal programma dell'Ics e ci ha raccontato che non ha problemi di soldi, ogni tanto si accoltellano tra loro e se li disturbi tirano fuori le spranghe. Non li vogliamo!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Minorenne picchiato da un 'ambulante': il racconto della vittima

Torna su
TriestePrima è in caricamento