Fabio Carini: «Bene delega ai giovani a Dipiazza, nostra lista civica diventa Centro Studi»

Lo ha affermato Fabio Carini, già candidato sindaco della lista civica apartitica Startup Trieste ed ora leader dell'omonimo movimento d'opinione che acquisirà lo status operativo di Centro Studi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Per i Giovani di Trieste è certamente un buon inizio. Attraverso la delega da noi richiesta a Dipiazza come condizione per appoggiarlo al ballottaggio – commenta Fabio Carini, già candidato sindaco della lista civica apartitica Startup Trieste ed ora leader dell’omonimo movimento d’opinione che acquisirà lo status operativo di Centro Studi – coloro i quali finora rimanevano inascoltati ed erano costretti a lasciare prematuramente Trieste finalmente avranno un’interlocuzione reale e dedicata con il Comune». 

«Abbinare Giovani a Cultura e Sport – aggiunge Carini – appare come una buona idea che potrà rivelarsi ottima nell’auspicato caso in cui Giorgio Rossi, l’assessore che si occuperà di queste importanti tematiche al quale rivolgiamo i nostri migliori auguri, riuscirà a garantire un’impronta di reale e costante efficienza a tutto vantaggio di una città sempre più stretta dalla morsa negativa della Regione».

Quanto a Startup Trieste, Carini spiega che diventerà a breve un’ associazione culturale sotto forma di Centro Studi, vero e proprio laboratorio di idee, progetti ed iniziative legate allo sviluppo di una Trieste città internazionale in grado di dialogare direttamente con l’Europa e volta a diventare centro di incontro dei popoli.

«Ci occuperemo – sottolinea Carini - di esaltare soprattutto il ruolo e l’apporto dei Giovani in sinergia con l’esperienza e la conoscenza degli anziani, abbracciando pragmaticamente settori nevralgici quali cultura, scienza, ambiente, turismo, sport e formazione con particolare attenzione alla rivalutazione delle periferie».

L’obiettivo è di portare avanti le idee emerse durante i primi 100 giorni di Startup Trieste che hanno caratterizzato una campagna elettorale innovativa all’insegna di idee e progetti cantierabili. In primis, quindi, spazio alla promozione di attività rivolte ai giovani, ma la volontà complessiva è quella di proporre novità che possano contribuire a migliorare la città.

In prima battuta, il Centro Studi Startup Trieste sarà composto dai membri fondatori e dai candidati della lista ma, subito dopo, saranno ben accetti nuovi membri ed in particolare quelli under 30 che potranno godere di particolari agevolazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento