Centrale unica 118, Novelli (FI): «Nessun risparmio e mancanza di personale medico»

«Non si capisce chi farà cosa nella Centrale di Palmanova, c'è superficialità organizzativa e approssimazione»

foto di repertorio

«Superficialità organizzativa ed approssimazione: potremmo definire così il leitmotiv dell’attivazione della Centrale unica regionale del 118 collocata a Palmanova. A dieci giorni dalla sua partenza ufficiale, infatti, manca il personale medico, non si capisce chi farà cosa e neppure si  realizzerà il risparmio economico tanto decantato dalla giunta Serracchiani».

Ad intervenire sulla Centrale unica del 118 è il consigliere regionale di Forza Italia Roberto Novelli.

«Ormai l’attivazione della Centrale regionale 118 a Palmanova – rileva Novelli – sta diventando una collezione di paradossi. Dopo i bandi andati deserti, la formazione fatta in maniera frettolosa, i problemi con il software, ora scopriamo che una parte degli infermieri che dovranno lavorare a Palmanova (dipendenti e stipendiati dall’EGAS), continuano ancora a lavorare presso le Aziende Sanitarie di provenienza, perché non si riesce a trovare personale per sostituirli. Così gli infermieri sono costretti a lavorare a tempo pieno ed andare anche a formarsi in Centrale a Palmanova a singhiozzo .Non di meno le relazioni aziendali nella gestione del personale infermieristico sono sempre più tese vista la difficoltà a reperire le risorse necessarie».

«Ma non basta, perché anche il risparmio economico enfatizzato più volte da Serracchiani e Telesca è solo un miraggio. La delibera 516 del 21 marzo 2014  (3 anni fa!) istitutiva della Centrale unica  specificava, infatti, che alla Centrale di Palmanova ci sarebbe stato un medico capo centrale, un vice, un capo sala, due amministrativi e 35 infermieri. Da 4 direttori di Centrale si sarebbe, quindi, passati ad uno (quello di Palmanova appunto) e da oltre 50 infermieri si sarebbe passati a 36. Peccato, però, che le Centrali provinciali continueranno a funzionare con il loro organico ed, addirittura, a Trieste è appena stato nominato un altro capo Centrale.  Dove sta il risparmio?»

«Anche dal punto di vista del personale non siamo messi meglio. A dieci giorni dalla partenza della Centrale Unica – prosegue l’esponente di Forza Italia – l’amministrazione si è accorta che manca personale medico. I due medici interni che dovevano partecipare al concorso sei mesi fa hanno rinunciato. Per andare a tappare l’ennesima falla programmatoria ed organizzativa, ora la giunta ha deciso di prendere medici liberi professionisti compensati con 40 Euro lordi all’ora. Ma questi professionisti, che lavorano sulle automediche, sono già pochi per il servizio che svolgono,  e comunque non hanno mai fatto esperienza in centrale Operativa».

«Non si capisce, inoltre, quali compiti avranno questi medici nella Centrale di Palmanova. In quale rapporto gerarchico saranno gli infermieri ed i medici? Quali responsabilità avranno? Chi farà cosa? Se il medico e l’infermiere si dovessero trovare in Centrale h24 ed avessero due visioni diverse su un intervento, chi deciderà?»

«Sul 118 la giunta regionale dimostra di andare avanti soltanto per slogan, avendo come solo ed unico obiettivo – conclude Novelli – non quello di organizzare bene tutta la macchina, ma di partire prima degli altri per aggiudicarsi la medaglia d’argento sul territorio nazionale».

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Arrestato in flagranza mentre spacciava hashish vicino al Silos

    • Cronaca

      Ferriera, Comitato 5 dicembre: «Arvedi chiude? Ignorare le voci e combattere»

    • Cronaca

      Arrestate 3 persone e altre 2 denunciate durante il ponte del 25 aprile

    • Cronaca

      Pioggia e incidenti, due schianti in Gvt

    I più letti della settimana

    • Manifestazione a Basovizza contro i principi del 25 aprile, Pd:«Giunta e Sindaco intervengano»

    • Sicurezza, Ugl Sanità: «Violenza e degrado negli ospedali cittadini. A rischio operatori sanitari e pazienti»

    • Sanità, Novelli (Fi): «Il Nue 112 funziona tra un black-out e l'altro»

    • «Bilancio Fvg non è in rosso», Peroni replica a “Il Fatto quotidiano"

    • Ristorazione ospedaliera, Ussai (M5S): «Organizzazione "cook & chill" al posto di cibi freschi e di qualità»

    • Benzina agevolata, Revelant (Ar): «La colpa è dell'Italia, non dell'Europa»

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento